Questo sito contribuisce alla audience di

Scritta da: Marco Teocoli

Pregherò per Te

Pregherò per te,
vedrai che il buon Dio ancora c'è.

Siamo foglie al vento
innanzi all'eterno.

Siamo pure pieni di paure
quando, per cattiva sorte,
il vento soffia forte.

Ti sarò di compagnia
quando pregherai Maria.

Manto di carità e madre di tutti noi
dai pace e serenità ai figli tuoi,
stringi le braccia al petto,
dacci il tuo affetto,
indulgi salute e prosperità,
abbi di noi pietà.

Lassù qualcuno sa ascoltare
le persone che sanno amare.
Questa preghiera, detta con il cuore,
ci da la grazia per far guarire.
Vota la poesia: Commenta
    Scritta da: Marco Teocoli

    Il cuore non mente mai

    Sento il moto delle arterie
    che foggiano intemperie
    lungo la spina dorsale
    e mi chiedo cosa sia normale,
    l'indifferenza ipocrita
    o la turbolenza indomita.

    E poi sentire la vita spaccarsi in due parti,
    longitudine collaterale di pensieri foranti.

    Trapassato da tremule vibrazioni,
    con gli occhi chiusi a sentir canzoni.
    I miei pensieri fluiscono verso te
    che sei più importante per me.

    Il cuore mio non mente mai,
    con alti e bassi tu che ne sai,
    fra fuoco vento e ghiaccio
    cosa vuoi che faccio.

    La vita è troppo breve per me,
    non riuscirei a dire tutto a te
    E se così non fosse, lo stesso non riuscirei
    ma spero tanto che tu mi capirai.

    È fortissimo l'abbraccio che ti darei,
    farei sentire per sempre le tue nei miei.
    Vota la poesia: Commenta
      Scritta da: Marco Teocoli

      Aquila d'amore

      Un tempo ero aquila dalle grandi ali.
      Dai monti ai ruscelli ai grandi viali,
      in un batter d'occhio fiondavo sui rami.
      Bestia affidabile e fedele ai propri doveri,
      un solo amore nel cuore e nei pensieri.

      Dalla mano di un arciere una freccia scoccò,
      col sibilo dell'aria in un attimo il cuore tagliò.
      Il batter d'occhio fu ancor più veloce,
      in picchiata persi i sensi del rapace.
      Tramortito a volar non fui più capace.

      Le ali tarpate in una gabbia.
      Il cuore spezzato per la rabbia.
      Mi hai ferito e interrotto il volo.
      Mi hai deriso e lasciato da solo.
      Vuoi farne di me ciò che non sono.

      Un tempo ero aquila per te,
      spartivamo i sogni io e te.
      Adesso cosa te ne fai di me,
      se i miei occhi non brillano più,
      se le mie ali non spingono su.

      Uomo! Che hai inseguito sempre un sogno,
      quello di Icaro come supremo del tuo regno.
      Ora comprendo il senso del tuo inseguimento.
      Mai come ora vorrei ali per volare
      per fuggire da questa galera.

      Mai nessuno sarà capace di trattenere un rapace.
      Vota la poesia: Commenta
        Scritta da: Marco Teocoli

        Natale come non mai

        Quest'anno non ci sarà la neve.
        Non ci sarà dove metter le cere.
        Neanche l'odor del dolce in forno.
        Non ci sarà il tacchino ed il contorno.

        Quest'anno ci saranno i dati,
        le stime e i valori meno grati.
        Ci saranno più poveri per le strade.
        Molta gente rimpiangerà l'estate.

        Quest'anno sarà come lo scorso anno.
        Tante promesse ai più indigenti,
        fiumi di parole per non cambiar niente.
        Chi ha parlato presto svuoterà la mente.

        Quest'anno,
        non aspettare il prossimo anno.
        Sveglia la tua dignità,
        non vivere di pietà.

        Quest'anno sii più ottimista che mai.
        Trascorri un Natale come non mai.
        Dimentica le notizie dei media.
        Spegni giornali tv e radio.

        Accendi il tuo cuore, porta calore,
        nella tua famiglia con amore.
        Accogli chi non ha tetto.
        Condividi con affetto.

        Il natale si vive in un gesto.
        Vota la poesia: Commenta