Scritta da: Marco Teocoli

Quel sentiero oltre il ponte

Al crepuscolo di un giorno lento a svanire,
smarrito con occhi tristi di lacrime al cuore,
lo sguardo steso oltre l'orizzonte.
Quel sentiero oltre il ponte,
di là del quale profeziano i miei pensieri,
volteggiano leggiadri e liberi gli amori.

Sarà l'alba del delirio,
Infrangente del mortorio,
a darmi forza e slancio,
Come un grande lancio,
gambe al vento per correre forte,
verso Quel sentiero oltre il ponte.

Quel sentiero oltre il ponte,
in traghetto con Caronte.
Butto giù l'obolo in fondo
per errare nell'altro mondo.
Perché senza te, nessuna meta c'è.
Senza te mi sento, dannato dentro.
Marco Teocoli
Vota la poesia: Commenta
    Scritta da: Marco Teocoli

    I vicerè

    Parlo ai viceré,
    loro intorno a me.
    Cammino su e giù,
    e poi arrivi tu.
    Vera, unica, bella,
    luce di stella.
    Gli occhi neri,
    belli più di ieri.
    Labbra carnose,
    profumi di rose.
    Voce voluttuosa,
    sei molto affettuosa.
    Faccio a pezzi
    il cuore a cocci.
    Con te rimarrei,
    i tuoi occhi con i miei,
    fino al chiarore,
    per darti il mio amore.
    Marco Teocoli
    Vota la poesia: Commenta
      Scritta da: Marco Teocoli

      Madre

      Madre dei miei occhi verdi,
      mi accudisci anche se, perdi
      i tuoi più cari,
      in tempi brevi.
      Madre del cuore
      del figlio con amore.
      Madre di un cigno
      con ali di fango.
      Madre per tre,
      vive uno solo per te.
      Madre della paura
      di un figlio coraggio.
      La madre migliore
      del figlio peggiore.
      Madre sconsolata,
      da un marito imbavagliata.
      Sei la madre più bella che ci sia,
      potessi ricambiarti una cortesia.
      Marco Teocoli
      Vota la poesia: Commenta
        Scritta da: Marco Teocoli

        Ti amai, Ti amo, ti amerò.

        Dove ho sbagliato?
        Dove ho perso la fantasia?
        Perché non ti sento mia?
        Quando ho tradito il nostro amore?
        Ricordi che c'è tanto infinito nel mio cuore?

        Dove sei piccola dolce del mio cuore?
        Perché mi lasci senza le tue parole?
        Quando saremo liberi di sognare?
        Ricordi quando hai scritto di amare?

        Dove sono gli sguardi?
        Perché non sono più importanti?
        Quando hanno perso il riflesso?
        Ricordi cosa ci è permesso?

        Ti amai, Ti amo, ti amerò.
        Marco Teocoli
        Vota la poesia: Commenta
          Questo sito contribuisce alla audience di