Questo sito contribuisce alla audience di

Poesie di Marco Bartiromo

Artista, nato martedì 15 dicembre 1959 a Portici(NA) (Italia)
Questo autore lo trovi anche in Frasi & Aforismi e in Frasi per ogni occasione.

Scritta da: Marco Bartiromo

Il frutto del tuo amore...

Ho comprato...
gocce di pioggia
dalle mani
di una nuvola artigiana...
Ho comprato...
parole
dalle labbra
di un viandante senza cuore...
Ho comprato...
lacrime
dagli occhi
di una donna desolata...
Ho comprato...
un sogno
dalla fonte
di un pozzo di illusioni...
Ho comprato...
una stella
dall'immenso
di un cielo sbiadito...
Ho comprato...
il tempo
per trovare un senso
a tutto questo...
ma senza risultato
e... allora...
ho comprato...
una piantina
che cresce a vista d'occhio
e mi ha regalato
il motivo della mia vita...
il frutto del tuo amore!
Composta sabato 4 settembre 2010
Vota la poesia: Commenta
    Scritta da: Marco Bartiromo

    Quadro d'amore

    Disegno fiori
    su pagine di sole
    tra petali di seta
    e foglie vellutate.
    Farfalle di cristallo
    in voli spensierati
    che seguono il tuo viso
    su linee indefinite,
    si posano leggiadre
    come per magia
    tra monti di eleganza
    e fragile mistero
    che segnano il confine
    di un corpo celestiale.
    Colori si susseguono
    sfidando la natura
    e trovano la luce
    nel fondo dei tuoi occhi
    marcando all'infinito
    un dolce arcobaleno.
    Composta martedì 31 agosto 2010
    Vota la poesia: Commenta
      Scritta da: Marco Bartiromo

      Un tuffo... nel mare dell'amore

      Un mare aspro
      e tempestoso
      onde che si ergevano paurose
      l'indecisione mi atterriva
      e nello stesso tempo
      mi incitava.
      Ero fermo
      al bivio del pensiero
      ma il tempo non aiuta
      chi ha timore
      e lesto
      mi inoltrai
      senza remore
      per la strada dell'istinto
      Un tuffo
      e mi trovai sul fondo
      trovando quella pace
      che ho sempre ricercato
      e adesso custodisco
      nel mio cuore.
      Composta lunedì 30 agosto 2010
      Vota la poesia: Commenta