Questo sito contribuisce alla audience di

Scritta da: Marco Barone

L'attesa

La via del fiume senza l'acqua è una triste striscia di terra arida, il cielo senza i riflessi della luce del sole è un coperchio che racchiude il vuoto, l'albero senza le sue foglie è come una cornice del quadro senza il suo dipinto, così è il tutto senza l'essenza dell'emozione ovvero il nulla, ti sto aspettando, vieni da me... vieni da me acqua del fiume, luce del sole, vita della vita. Vieni da me ora.
Composta giovedì 18 febbraio 2010
Vota la poesia: Commenta
    Scritta da: Marco Barone

    Per noi

    Il tempo fuggente, intenso attimo di passione mutato in amore, imprigiona il mio desiderio nelle profonde celle del castello ove tu mia principessa sogni la vita.
    Animo caldo, forte, infinite battaglie con le emozioni affronto ogni respiro vissuto per conquistare il battito di cuore che focalizza il mio essere nel tuo essere. Sfodero la spada, affronto le tue paure, le rinchiudo nel pozzo senza fondo che costeggia l'entrata del castello e la chiave la divoro... così come divoro le negatività per gettar fuori emozioni positive... onda di luce mi conduce a te, ti sento, ti tocco, ti sfioro... ti ho!
    Sei libera, libera di vivere...
    viviamo il nostro amore
    viviamo la nostra vita
    ora abbiamo la vita
    ora siamo vivi.
    Composta martedì 16 febbraio 2010
    Vota la poesia: Commenta
      Scritta da: Marco Barone

      L'indefinito

      Un giorno mi svegliai, aperti gli occhhi vidi una foglia. Una foglia di autunno che lentamente vacillava nell'aria, coccolata dal vento, dalla brezza dei sogni.
      Quella foglia la vidi, la sognai non la toccai.
      In quella foglia ho visto scorrere un piccolo intenso momento di vita, tutto ruotava intorno al mio essere, tutto si infrangeva intorno alla mia sordità, tutto penetrava dentro il mio animo di essere sognatore e forse vivente.
      Sì, perché io capirò di esser vivo solo quando avrò compreso che tutto ciò che sentiamo, guardiamo, tocchiamo, respiriamo. È pura follia, forse la più dolce che esista ma è follia.
      La follia è l'unica parte di noi stessi che non possiamo controllare, così è il sogno, così sarà la vera vita.
      Vota la poesia: Commenta