Questo sito contribuisce alla audience di

Poesie di Mara Cipelli

Questo autore lo trovi anche in Frasi & Aforismi.

Scritta da: Mara Cipelli

Tradimento

Amare...
Cinque parole vuote che riempiono i sogni
Amare...
Suono dolce che sa essere dolore
Amare...
Sola nella ricerca vana di ciò che non c'è

e tu...
Distante come un isola
Persa nel suo mare di guai

Ed io...
Che ti cerco, ti voglio
Sapendo che non ti avrò mai più

Amarti...
Così forte che i tuoi problemi sono i miei
Così profondo che i tuoi dolori fanno sanguinare il mio cuore
Così folle che i tuoi sorrisi fanno vibrare la mia anima

Amare...
Perché tu sappia...
Perché la vita non uccida mai il tuo sorriso
Perché il mio amore sarà sempre una costante
anche ora che tu non credi più

Amore...
Perché la vita offra altre occasioni
Perché la tua mente possa volare
Perché nella vita dei troppi perché
tu mi possa perdonare.
Composta venerdì 23 luglio 2004
Vota la poesia: Commenta
    Scritta da: Mara Cipelli

    Cambiare

    Mi hanno detto che non posso volare
    Che questa è la mia amara sorte
    Ho deciso di voler provare,
    l'ho pagato con la morte.

    Con l'incoscienza della gioventù
    Con la forza dei miei ideali
    Mi sono buttata nel vuoto
    Sbattendo un po' le ali.

    Mi dico che anche se ho fallito
    Ed indietro non si può tornare
    Sono fiera di ciò che ho fatto
    Sono fiera di sognare...

    Eppure quella voce in fondo al cuore
    Mi agita di paura
    Mi ricorda che ho perso tutto
    Per andare contro la mia natura

    Giaccio qui stesa senza più domani
    La vita che mi sfugge dalle mani
    e realizzo che per voler cambiare
    Ho perso tutto ciò che la vita mi poteva dare

    Triste sorte avversa
    Tutta una vita sognando d'essere diversa
    e solo ora lo capisco per davvero
    Che non era così male ciò che ero.

    Ci sono cose che non si possono cambiare
    prima o poi ci si deve accettare...
    Che serva a dare una lezione, seppur piccolina
    Il triste ed umile sacrificio di una gallina.
    Composta domenica 20 settembre 2009
    Vota la poesia: Commenta