Questo sito contribuisce alla audience di

Scritta da: Manuele Urru
Trascorre e s'insegue il giorno
nelle nevose annate
del viver senza brace,
indissolubili orme
su strade ghiacciate
e la notte tace
ai boccioli chiusi in sonno
trascorre e s'insegue il giorno.
Eppure dolce è il pensier
del venir i passi suoi
come l'acqua limpida
che scorre alla sorgente
e si esala nell'aria
il profumo soave dei fiori
ed è già primavera.
Qui m'è dolce morir sereno.
Composta sabato 10 ottobre 2015
Vota la poesia: Commenta