Questo sito contribuisce alla audience di

Scritta da: Manuele Malatesta
Bianca e splendente
Inesorabile
La tua luce ai miei occhi
Mille domande ti ho rivolto
Ma nessuna risposta
Forse non mi hai ascoltato
Forse non mi hai capito
La tua presenza ferma nella mia anima
Un punto importante
Per il cielo della mia vita
Eri li, ci sei e ci sarai sempre
Ti amo e non
Smetterò mai di farlo...
... ci vediamo domani notte mia
Cara amica Luna.
Vota la poesia: Commenta
    Scritta da: Manuele Malatesta
    Vivevo nell'oscurita della notte
    Vedevo solo un lontano puntino
    Dentro il desiderio di andare
    Correre e raggiongere
    Incosciente quella luce
    Vagavo verso di lei
    Ma cercavo te
    Raggiunta la fonte del desiderio
    Cercavo invano di farla mia
    In quel momento ti ho trovato
    Sei entrata in punta di piedi nella mia vita
    E ho compreso che sei tu
    La luce che inonda il mio cuore e che
    Riscalda la mia anima.
    Vota la poesia: Commenta
      Scritta da: Manuele Malatesta
      Vago un pensiero mi ronza
      Nella mente, fisso il mio sguardo
      Al cielo che oscura al calar del sole
      Solo il rumore del vento, sento intorno a me
      Concentrato ad osservare
      Il giorno che finisce
      Allora arrivi tu che mi mostri il tuo viso,
      splendi e non ti curi di nulla,
      mi guardi ma non parli,
      non ti importa ciò che io sto provando
      o se rimango li a guardarti, tu
      rifletti la luce ed io
      mi immergo in essa.
      Chiudo gli occhi e mi sento avvolto
      Dalla tua bellezza
      Stanco mi addormento
      Senza paura di ciò che potrebbe accadere,
      ci sei tu che vegli su di me e
      che accompagni i miei sogni
      di una nuova notte.
      Vota la poesia: Commenta
        Scritta da: Manuele Malatesta

        La mia stella

        Si racconta che molto
        Tempo fa, la Luna
        Sentendosi sola
        Creò due stelle, ma
        Non due stelle normali
        Queste erano
        Talmente belle e splendenti
        Che si potevano ammirare
        Al primo buio e ancora
        Alle prime luci del mattino
        Il Sole geloso, una notte
        Che la Luna non c'era
        Decise di rubarne una
        E di nasconderla sulla Terra.
        Questa notte, guardando il cielo
        Ho visto Venere accanto alla Luna
        Poi mi sono voltato ed
        Allora ho capito di essere
        L'unico che conosce il nome di
        Quella splendida seconda stella.
        Quella stella sei tu.
        Vota la poesia: Commenta