Virgilio

Commenti:
8
Scritta da: Cristallina
Signore, quando ho fame,
dammi qualcuno
che ha bisogno di cibo;
quando ho sete,
mandami qualcuno
che ha bisogno di una bevanda;
quando ho freddo,
mandami qualcuno da scaldare;
quando ho un dispiacere,
offrimi qualcuno da consolare;
quando la mia croce diventa pesante,
fammi condividere la croce di un altro;
quando sono povero,
guidami da qualcuno nel bisogno;
quando non ho tempo,
dammi qualcuno
che io possa aiutare per qualche momento;
quando sono umiliato,
fa che io abbia qualcuno da lodare;
quando sono scoraggiato,
mandami qualcuno da incoraggiare;
quando ho bisogno
della compressione degli altri,
dammi qualcuno che ha bisogno della mia;
quando ho bisogno che ci si occupi di me,
mandami qualcuno di cui occuparmi;
quando penso solo a me stesso,
attira la mia attenzione su un'altra persona.
Madre Teresa di Calcutta
Composta domenica 19 aprile 2015
Vota la poesia: Commenta
    Commenti:
    6
    Non aspettare di finire l'università,
    di innamorarti,
    di trovare lavoro,
    di sposarti,
    di avere figli,
    di vederli sistemati,
    di perdere quei dieci chili,
    che arrivi il venerdì sera o la domenica mattina,
    la primavera,
    l'estate,
    l'autunno o l'inverno.
    Non c'è momento migliore di questo per essere felice.
    La felicità è un percorso, non una destinazione.
    Lavora come se non avessi bisogno di denaro,
    ama come se non ti avessero mai ferito e balla, come se non ti vedesse nessuno.
    Ricordati che la pelle avvizzisce,
    i capelli diventano bianchi e i giorni diventano anni.
    Ma l'importante non cambia: la tua forza e la tua convinzione non hanno età.
    Il tuo spirito è il piumino che tira via qualsiasi ragnatela.
    Dietro ogni traguardo c'è una nuova partenza.
    Dietro ogni risultato c'è un'altra sfida. Finché sei vivo, sentiti vivo.
    Vai avanti, anche quando tutti si aspettano che lasci perdere.
    Madre Teresa di Calcutta
    Vota la poesia: Commenta
      Commenti:
      4
      Scritta da: Antonio Dati

      È Natale

      È Natale!

      È Natale ogni volta
      che sorridi a un fratello
      e gli tendi la mano.
      È Natale ogni volta
      che rimani in silenzio
      per ascoltare l'altro.
      È Natale ogni volta
      che non accetti quei principi
      che relegano gli oppressi
      ai margini della società.
      È Natale ogni volta
      che speri con quelli che disperano
      nella povertà fisica e spirituale.
      È Natale ogni volta
      che riconosci con umiltà
      i tuoi limiti e la tua debolezza.
      È Natale ogni volta
      che permetti al Signore
      di rinascere per donarlo agli altri.
      Madre Teresa di Calcutta
      Composta lunedì 20 dicembre 2010
      Vota la poesia: Commenta
        Commenti:
        14
        Scritta da: nina.*

        Il meglio di te

        Il bene che fai
        potrà essere dimenticato:
        non importà, fà il bene

        Quello che hai costruito
        sarà distrutto:
        non importa costruisci.

        La gente che hai aiutato
        forse non ti dirà "grazie":
        non importa, aiutala.

        Dai al mondo
        il meglio di te
        e ti tireranno le pietre:
        non importa,
        dà il meglio dite.
        Madre Teresa di Calcutta
        Vota la poesia: Commenta
          Commenti:
          3
          Scritta da: fa

          Lettera positiva

          Che oggi regni la pace,
          che tu abbia fiducia in Dio che sa esattamente dove dovrebbe essere,
          che non dimentichi le infinite possibilità che nascono dalla fede.
          Che utilizzi quei doni che hai ricevuto e che condivida l'amore che ti è stato dato.
          Che tu sia contento di sapere che sei Figlio di Dio.
          Lascia che questa presenza si adagi nelle tue ossae permetta alla tua anima la libertà di cantare, ballare, pregare e amare.
          Esiste qui per tutti e per ognuno di noi!
          Madre Teresa di Calcutta
          Vota la poesia: Commenta