Poesie di Luigi Epifani

Questo autore lo trovi anche in Frasi per ogni occasione.

Scritta da: Anonimo Me

Oltre i confini

In quella zona del giorno,
che qualcuno confonde,
per il colore rosseggiante,
con il partorire del Sole
dal ventre del Cielo;
in quella zona del giorno,
dove il tramonto si avvia
a cedere il suo posto
alla prepotente sera,
preludio della serena
e violenta notte,
si intravede il fantasma
di un'ombra, di quell'uomo che fu
forse un ladro, forse un assassino,
o semplicemente un povero cristo,
come ce ne sono tanti.
E l'ombra cammina in dolce compagnia,
come se fosse meno amaro
il sapore del proprio dolore,
quando ci illudiamo
di non essere soli.
E le due ombre, fantasmi
Di quello che furono Adamo ed Eva,
a passi striscianti giungono
dove ormai l'albero del frutto
proibito è secco e dimenticato
e il serpente si morde la coda
con ancora l'illusione di essere
il simbolo dell'eterno male.
Luigi Epifani
Vota la poesia: Commenta
    Scritta da: Anonimo Me

    Avere sete

    Avere sete
    del sangue
    che scorre nelle tue vene
    e poterlo assaporare
    attraverso il calore
    del tuo corpo,
    raggiungere l'infinito
    con un lungo abbraccio,
    fare di un attimo l'eternità,
    restare accecati
    dalla luce
    del sole
    per vedere nella profondità
    della tua anima,
    inventare
    l'ottavo peccato capitale
    e scoprire che l'amore non ha giudici,
    non rimpiangere nulla del passato,
    se non il tempo perduto,
    scavare nella sabbia
    con le mani
    per trovare l'acqua
    che spenga la nostra sete
    e trovatala
    spegnere l'arsura
    che brucia le nostre labbra
    e alla fine scoprire
    che tutto questo
    è soltanto un sogno,
    mentre il vero amore
    è un banale incontro a due,
    che può durare il tempo di una vita.
    Luigi Epifani
    Vota la poesia: Commenta
      Questo sito contribuisce alla audience di