Questo sito contribuisce alla audience di

Scritta da: Luigi Berti

Il pescatore

Viene la sera e mi trovo a passeggiare,
lungo il pontile di questo amato mare,
una dolce brezza fugace mi accarezza,
scaldato dal sole che si intinge nel mare.

Le canne sul ponte sono pronte a lottare,
c'è sempre l'attesa silenziosa e compresa,
la canna si piega sotto il peso della preda,
è una lotta fugace combattuta tenace.

L'incanto è nel vedere sguazzare,
un pesce enorme fuori dal mare,
esprime la forza e il desiderio,
del pescatore che ne va fiero.

La brezza la senti di nuovo addosso,
si espande nell'aria su chi è commosso,
e guarda invidioso con occhi da un bambino,
la preda enorme del proprio vicino.
Composta giovedì 16 aprile 2015
Vota la poesia: Commenta
    Scritta da: Luigi Berti

    Dominio

    Voglio regalarvi un sogno,
    dove non c'è la guerra,
    dove la mano saluta,
    e non uccide un altro uomo.

    Dove la prepotenza
    non è padrona dell'ignoranza,
    dove una donna vive,
    senza essere protetta.

    Dove i bambini giocano,
    e non sono usati per giocare,
    come fardelli di rifiuti,
    abbandonati nelle strade.

    Cerchiamo un mondo nuovo,
    una via d'uscita dove vivere,
    con amore senza odio,
    con la passione senza orrore.

    Dove anche il più umile,
    possa trovare un suo valore,
    che non dipenda dal denaro,
    che ha nascosto nel cuore.

    Forse è un'utopia che miete,
    dolore dentro ognuno di noi,
    ma se ci svegliamo senza nessuno,
    resta una mente a dominare il perdono.
    Composta martedì 7 aprile 2015
    Vota la poesia: Commenta
      Scritta da: Luigi Berti

      Il fiore dell'amore

      Una rosa sul polso,
      un sorriso sul volto,
      i capelli al vento,
      un segreto nascosto.

      Sconvolge la mente,
      mi porta lontano,
      dove i sogni son veri,
      e si tengono per mano.

      Una rosa al sole,
      sboccia come l'amore,
      ogni petalo sfiora,
      dolcemente il cuore.

      Eppure sorge ancora,
      senza sole e senza era,
      non esiste una stagione,
      dove non c'è questo fiore.
      Composta lunedì 6 aprile 2015
      Vota la poesia: Commenta
        Scritta da: Luigi Berti

        Il sorriso e il pianto

        Forse c'è ancora amore,
        nei gesti nei modi di fare,
        nelle guerre insanguinate,
        nel pianto e nel dolore.

        Forse c'è una speranza,
        che lentamente viaggia,
        nel cuore duro della roccia,
        dove ogni pietra è apposta.

        Ogni gesto fa capire il male,
        che circonda questa terra,
        ogni volta il dolore mi assale,
        nel vedere il mondo morire.

        Sotto ogni forma si nasconde,
        si protegge dalla legge,
        che l'uomo stesso ha creato,
        impunito è ogni massacro.

        Forse l'amore va cercato,
        in ogni volto stanco,
        in ogni cuore infranto,
        riponi il sorriso libera il pianto.
        Composta venerdì 27 marzo 2015
        Vota la poesia: Commenta
          Scritta da: Luigi Berti

          Il cielo

          Sono belli i tuoi occhi,
          che guardano l’orizzonte,
          e illuminano il cielo,
          come stelle nella notte.

          Queste braccia sono ali,
          che ti stringono forte,
          e ti portano oltre,
          quelle nuvole nascoste.

          Solo spari casuali,
          oscureranno il cielo,
          dalle mani insanguinate,
          di chi vede tutto nero.

          Non c’è amore ne perdono
          Per chi spicca sempre il volo,
          dentro l’odio e l’ignoranza,
          si nasconde la speranza.

          Non lasciare che le mani,
          abbandonino le mie ali,
          perche ora splende il sole,
          oltre l’odio c’è l’amore.
          Composta sabato 21 marzo 2015
          Vota la poesia: Commenta