Scritta da: Poeta nascosto

Binari

Binari
squarci nell'orizzonte
l'uno e l'altro di fronte
ingannano
sembrano destinati all'infinito
lungo distese smembrate
pezzi di mondo sterrati
siamo tu ed io
in questo modo che diventa solo mio
e aspetto il tramonto
per baciare la tua ombra
mentre due gocce cadono dagli occhi
bagnano la faccia
scorrono vicine
parallele
come binari.
Luigi Battaglia
Composta venerdì 29 novembre 2013
Vota la poesia: Commenta
    Scritta da: Poeta nascosto
    Un sussulto riprende la respirazione volontaria
    occhi ignavi guardano fuori dalla finestra:
    la notte eclissa il giorno
    un cielo lacrimante è orfano del sole.
    Affogo nel cuscino
    lascio che la mente anneghi nei ricordi più sopiti
    il pensiero valica onde
    cresciute in un mare di costernazione
    traghettato da un vento sospirante
    fino a che il suo naufragio
    sui pendii della mia isola felice
    solletica il cuore
    e un raggio lacera la finestra
    l'ombra sul muro ha le tue sembianze
    quanto vorrei si sdraiasse
    e abbracciandomi mi sussurrasse
    "buongiorno anima mia"
    Luigi Battaglia
    Composta venerdì 29 novembre 2013
    Vota la poesia: Commenta
      Scritta da: Poeta nascosto
      Ti ho dato la chiave delle emozioni
      degli stati d'animo impazziti
      dei sorrisi smarriti
      delle lacrime asciugate
      come se di te io fossi un riflesso
      ti ho dato le lancette della mia esistenza
      delle ore vuote
      dei giorni tristi
      delle notti bianche
      come se solo grazie a te tutto avesse senso
      ti ho dato le redini dei pensieri,
      delle parole spese
      dei sogni infranti
      dei ricordi sfocati
      come se l'immagine di te fosse disegnata sotto le mie palpebre
      ti ho dato ogni pezzo di me
      del corpo stremato
      della mente affollata
      del cuore ingenuo
      come se in te ci fosse la mia fine.
      Luigi Battaglia
      Composta venerdì 29 novembre 2013
      Vota la poesia: Commenta
        Scritta da: Poeta nascosto
        Lascia che io calpesti l'orizzonte dell'inesplorato
        lascia che i miei sensi assaporino nuove estasi
        che io evada da queste sbarre di aguzzi ricordi
        verso labbra sincere
        di compassione e tenerezza e dolce tormento
        lascia che mi piovano addosso gocce di paradiso
        e che queste plachino la sete di un sorriso
        lascia che il battito del mio cuore
        leggero come l'aere
        si unisca a quello d'ali di uccelli
        disegnando vortici nel vento
        lascia che lo spirito defluisca dalle ferite
        via da questo corpo
        incurabilmente malato di te.
        Luigi Battaglia
        Composta venerdì 29 novembre 2013
        Vota la poesia: Commenta
          Scritta da: Poeta nascosto
          Con un colpo sposto l'ombrello
          il mio volto inondato da un muro di pioggia
          nell'aria viaggia profumo di sconfitta
          negli occhi assetati di te
          non c e spazio per le lacrime
          un sospiro disegnato nella pozzanghera
          piega il volto verso le nuvole
          "perché lei non mi vuole?"
          mi asciugo con le dita
          è davvero finita?
          Luigi Battaglia
          Composta venerdì 29 novembre 2013
          Vota la poesia: Commenta
            Questo sito contribuisce alla audience di