Poesie di Ludovico Ariosto

Poeta e commediografo, nato martedì 8 settembre 1474 a Reggio nell'Emilia (Italia), morto giovedì 6 luglio 1533 a Ferrara (Italia)
Questo autore lo trovi anche in Frasi & Aforismi.

Scritta da: Silvana Stremiz
Vicino un miglio ho ritrovato Orlando
che ne va con Angelica a Parigi,
di voi ridendo insieme, e motteggiando
che senza frutto alcun siate in litigi.
Il meglio forse vi sarebbe, or quando
non son più lungi, a seguir lor vestigi;
che s'in Parigi Orlando la può avere,
non ve la lascia mai più rivedere. -
Ludovico Ariosto
Vota la poesia: Commenta
    Scritta da: Silvana Stremiz
    - Per cortesia (disse), un di voi mi mostre,
    quando anco uccida l'altro, che gli vaglia:
    che merto avrete alle fatiche vostre,
    finita che tra voi sia la battaglia,
    se 'l conte Orlando, senza liti o giostre,
    e senza pur aver rotta una maglia,
    verso Parigi mena la donzella
    che v'ha condotti a questa pugna fella?
    Ludovico Ariosto
    Vota la poesia: Commenta
      Scritta da: Silvana Stremiz
      Trassene un libro, e mostrò grande effetto;
      che legger non finì la prima faccia,
      ch'uscir fa un spirto in forma di valletto,
      e gli commanda quanto vuol ch'el faccia.
      Quel se ne va, da la scrittura astretto,
      dove i dui cavallieri a faccia a faccia
      eran nel bosco, e non stavano al rezzo;
      fra' quali entrò con grande audacia in mezzo.
      Ludovico Ariosto
      Vota la poesia: Commenta
        Scritta da: Silvana Stremiz
        Dagli anni e dal digiuno attenuato,
        sopra un lento asinel se ne veniva;
        e parea, più ch'alcun fosse mai stato,
        di coscienza scrupolosa e schiva.
        Come egli vide il viso delicato
        de la donzella che sopra gli arriva,
        debil quantunque e mal gagliarda fosse,
        tutta per carità se gli commosse.
        Ludovico Ariosto
        Vota la poesia: Commenta
          Questo sito contribuisce alla audience di