Poesie di Ludovico Ariosto

Poeta e commediografo, nato martedì 8 settembre 1474 a Reggio nell'Emilia (Italia), morto giovedì 6 luglio 1533 a Ferrara (Italia)
Questo autore lo trovi anche in Frasi & Aforismi.

Scritta da: Silvana Stremiz
Con molta attenzion la bella donna
al pianto, alle parole, al modo attende
di colui ch'in amarla non assonna;
né questo è il primo dì ch'ella l'intende:
ma dura e fredda più d'una colonna,
ad averne pietà non però scende,
come colei c'ha tutto il mondo a sdegno,
e non le par ch'alcun sia di lei degno.
Ludovico Ariosto
Vota la poesia: Commenta
    Scritta da: Silvana Stremiz
    Mentre costui così s'affligge e duole,
    e fa degli occhi suoi tepida fonte,
    e dice queste e molte altre parole,
    che non mi par bisogno esser racconte;
    l'aventurosa sua fortuna vuole
    ch'alle orecchie d'Angelica sian conte:
    e così quel ne viene a un'ora, a un punto,
    ch'in mille anni o mai più non è raggiunto.
    Ludovico Ariosto
    Vota la poesia: Commenta
      Scritta da: Silvana Stremiz
      Stato era in campo, e inteso avea di quella
      rotta crudel che dianzi ebbe re Carlo:
      cercò vestigio d'Angelica bella,
      né potuto avea ancora ritrovarlo.
      Questa è dunque la trista e ria novella
      che d'amorosa doglia fa penarlo,
      affligger, lamentare, e dir parole
      che di pietà potrian fermare il sole.
      Ludovico Ariosto
      Vota la poesia: Commenta
        Scritta da: Silvana Stremiz
        Appresso ove il sol cade, per suo amore
        venuto era dal capo d'Oriente;
        che seppe in India con suo gran dolore,
        come ella Orlando sequitò in Ponente:
        poi seppe in Francia che l'imperatore
        sequestrata l'avea da l'altra gente,
        per darla all'un de' duo che contra il Moro
        più quel giorno aiutasse i Gigli d'oro.
        Ludovico Ariosto
        Vota la poesia: Commenta
          Questo sito contribuisce alla audience di