Questo sito contribuisce alla audience di

Scritta da: Victoria Lucas

Parole

Un falso sorriso
modella il mio viso
fino a rendere
quel poco di vero
una leggera illusione
della mente.
Ma dopotutto
vivo
senza di te.
Senza le tue parole
perché questo sei
parole
nient'altro che parole.
Scritte
su un foglio di follia
con una penna d'affetto
impresse ormai nel passato
segnato
dalla struggente verità
di un pianto.
Ciononostante
ti sento.
Ti sento
nella profonda leggerezza di una lacrima.
Ti vedo
nel riflesso di un immagine.
Ti illumino
dell'unico sole di cui ho bisogno.
E mi domando
perché devo avere paura?
Perché devo piangere?
Non c'è un modo per liberarsi dal dolore?
Certo.
Ma l'errore più grande
è cercare una soluzione per l'astratto
nel concreto.
Vota la poesia: Commenta
    Scritta da: Victoria Lucas

    Iris

    In una domenica di primavera
    quando ancora tutto tace
    non aspettar che viene sera
    per sorrider a chi non spera.
    Aver pensato ai passati,
    ai futuri, meglio ancora,
    dopo un attimo di luce
    muore adagio l'aurora.
    Come lei anche noi
    potremo dir di aver vissuto
    una vita di splendore,
    come un fiore appassito
    in un giorno come tanti,
    una rosa,
    sul cader dei suoi rimpianti.
    Vota la poesia: Commenta