Poesie di Lucia Cerea

Questo autore lo trovi anche in Racconti e in Frasi per ogni occasione.

Scritta da: Lucia Cerea

I nostri cuori

È lunga ed in salita la strada per raggiungere il tuo cuore.
Il mordi e fuggi del nostro amore
Lascia inesorabilmente un vuoto dentro incolmabile.

Certo è che nel mio cuore ci sei tu
che con dolce e delicata gioia
hai colorato di tinte calde le mie grigie giornate.

Non è mai semplice godere di un amore rubato.
Non è mai facile accontentarsi di una parte di te
quando il mio cuore e la mia mente
ti desiderano e ti esigono tutto ed io ti pretendo.

Altro non mi rimane che la temperanza,
che come una carta dei tarocchi mi perseguita
e non mi abbandona mai.

Il tempo, solo lui può cambiare le cose.
Io so aspettare, la mia coerenza non ha mai fine.
Lucia Cerea
Composta domenica 12 ottobre 2014
Vota la poesia: Commenta
    Scritta da: Lucia Cerea

    Costruire

    Passo dopo passo si costruiscono mattoni
    che piano piano si incastrano
    formando un solido edificio chiamato amore.

    Giorno dopo giorno si rafforzano le fondamenta,
    si cementano le mura
    si solidificano i materiali
    formando le basi per una vera storia.

    Questa volta la costruzione è antisismica,
    nessuno smottamento,
    nessuna crepa
    nessun crollo, è un forte sentimento
    che resiste al dolore.

    Non importa quanto tempo servirà per terminare l'opera,
    non serve fretta quando si costruisce un capolavoro.
    Tutto deve essere compattato con cura e attenzione,
    perché questa volta è destinato a durare nel tempo.

    Non va nulla trascurato,
    una qualsiasi disattenzione può far tremare la costruzione
    e far crollare alcuni pezzi, poi difficili da riparare
    e ciò che è riparato non è mai perfetto.
    Costruire è fatica, è gioia ed è dolore.
    Costruire è soddisfazione
    e gioioso sarà guardarsi indietro
    ad ammirare quel grattacielo.
    Lucia Cerea
    Composta mercoledì 23 aprile 2014
    Vota la poesia: Commenta
      Scritta da: Lucia Cerea

      Irraggiungibile

      Dovessi aspettare una vita per raggiungere il tuo cuore
      Io, paziente e determinata, aspetterò.
      Non importa quanto dovrò attendere,
      so per certa che desidero te.

      Le nuvole ed il silenzio incupiscono l'attesa,
      ma quando si desidera il cuore di una persona speciale,
      basta un dolce pensiero per far tornare il sereno
      e torna a suonare una musica melodiosa
      e torna la speranza a colorare l'attesa.

      Mai tanta fatica per conquistare un cuore,
      mai tanto ho percorso per avere un amore.
      Nessuno è mai stato irraggiungibile quanto te,
      dolce uomo complicato.

      Vorrei raggiungere i tuoi pensieri,
      entrare in silenzio nella tua anima,
      ascoltare i tuoi timori
      dare pace alle tue paure.

      Vorrei colmare i tuoi vuoti,
      dare gioia alle tue giornate cupe,
      riaccendere la tua voglia di amare
      e riempirti d'amore.

      Dolce stella del mio cielo,
      mio primo pensiero al risveglio
      e mio ultimo pensiero prima di dormire,
      nella mia mente ci sei sempre tu,
      strano e pericoloso amore irraggiungibile.
      Lucia Cerea
      Composta mercoledì 23 aprile 2014
      Vota la poesia: Commenta
        Scritta da: Lucia Cerea

        Dimmi

        Dimmi che ci sarai ad asciugare le mie lacrime,
        a sorridere delle mie gioie,
        a sorprenderti per le mie follie.
        Tu dimmi che ci sarai.

        Dimmi che ci sarai quando ti tenderò la mano,
        quando guarderò il tramonto,
        tu dimmi che lo vivrai con me.

        Dimmi che verrai a compiere un bel viaggio
        e vivremo di emozioni,
        tu dimmi che camminerai con me.

        Ci sarà un nuovo mondo,
        uniremo le nostre strade,
        percorreremo nuovi sentieri colorati,
        tu dimmi che vivrai con me.
        Lucia Cerea
        Composta mercoledì 23 aprile 2014
        Vota la poesia: Commenta
          Scritta da: Lucia Cerea

          E splende il sole

          E splende l'estate in un tripudio di colori
          Caldi i corpi si ricaricano al bruciar del sole
          Arde la natura assetata in cerca di frescura.

          E splende l'estate con i suoi tipici odori.
          Profumano le rose in fiore
          adornan le terrazze i variopinti gerani.

          E splende l'estate già all'alba d'ogni giorno.
          La luce inonda il paesaggio reduce d'una fresca notte
          mentre s'apprestano gli animali all'ombra riposar.

          E splende l'estate anche se il buio ha da calar.
          Nulla può contrastare la forza della calura
          che nemmeno teme l'arrivar della sera.

          E splende l'estate nell'oscurità della notte
          che nasconde i visi delle genti affannate
          private dal sonno che il calor toglie.
          Lucia Cerea
          Vota la poesia: Commenta
            Questo sito contribuisce alla audience di