Questo sito contribuisce alla audience di

Poesie di Luca Vitali Rosati

Scrittore, nato sabato 1 giugno 1985 a fiesole (Italia)

Scritta da: Luca Vitali Rosati

La parabola dell'artista

Matita disegna e scrive la penna
sul foglio chiaro o su tela illibata.
Schizza, abbozza, tratta; rappresentata ora.
Trasuda fatica; tentenna,
ché si interroga sulla sua arte;
demanda pietà a quelle persone
pronte a linciare. Allora in disparte
rimanere e parole isocrone
forgiare, simile al fabbro che spade
e scudi fa, per sé e pei combattenti.
Sì cominciano a vedersi i mittenti.
Una strana pace quindi pervade
l'animo che, oramai, disillude,
ché vecchio è divenuto. Prima ardenti
i sogni son ora freddi, gelidi
ed osservati con occhi pallidi.
Vota la poesia: Commenta
    Scritta da: Luca Vitali Rosati

    Nella stanza

    Ascolto i rombi è l fumo delle auto,
    ché distante sono, e un uomo astuto.

    Ascolto il fastidio di una zanzara;
    è così vicino, musica rara.

    E ascolto il silenzio,
    mentre dentro bercio.

    Vedo il foglio parziale illuminato,
    ò l nero trapassato del vicinato.

    Tocco i tuoi capelli inesistenti,
    che ardono come legnami ardenti.

    Ti guardo, o figura non reale!
    Né so quando tu sarai un ideale.

    Assaporo la sigaretta accesa
    e la mia vita cotanto derisa.

    Penso alla mia vita scorrevole
    come i tic tac, come se fosse un male.

    Allora sento il tempo compianto,
    del passato l'idea di disincanto.
    Vota la poesia: Commenta