Questo sito contribuisce alla audience di

Scritta da: Luca Bruno

Un lupo in gabbia

Catturato ed intrappolato...
nella casa dove mi hanno portato...
mi hanno lasciato solo...
coloro che dovrebbero essere i miei padroni...
portato via dalla mia terra natia...
la foresta...
che in questo periodo invernale...
viene colorata di bianco...
da mille fiocchi di neve purissima...
ora sono costretto a vivere qui...
tra quattro mura...
chiuso come in una gabbia...
perché tutto questo?...
chi ha voluto tutto ciò?...
io non di certo...
io che son lupo...
sogno la libertà...
lo scorrazzare allegramente...
tra la fauna...
sogno di poter guardare la luna e ululare...
ogni volta che è nel pieno della sua bellezza...
son anni ormai che son chiuso qui...
ma sempre con lo stesso desiderio...
la stessa voglia...
evadere...
sono solo ormai...
sto pian piano morendo dentro...
consumato dalla fame di libertà...
dalla fiamma del desiderio...
che continua ad ardere...
solo tu puoi salvarmi...
leggiadro e seducente vento...
liberami...
ti prego salvami.
Vota la poesia: Commenta
    Scritta da: Luca Bruno

    Il mondo e la coccinella

    Scende la sera
    ritorna il freddo
    che attanaglia le persone vuote
    lo sguardo fisso nel vuoto
    la testa avvolta da mille pensieri
    tanti robot
    senza sentimenti
    e io
    una coccinella tra gli scarafaggi
    vivo al di fuori di questo mondo
    in un mondo interiore
    dove son felice
    perché ci siamo solo io e te
    fiorellino mio
    governati da un'unica legge
    l'amore.
    Vota la poesia: Commenta
      Scritta da: Luca Bruno

      Tra paradiso e inferno

      Tanto ti amai
      e tanto ti amo ancora
      dolce luce
      che illuminandomi
      gli occhi
      un mondo nuovo mi presenti
      pieno di vita
      differente dalla cupidigia ed all'oscurità
      di cui i miei occhi erano coperti
      ti cerco
      lucciola mia
      mi hai donato la luce
      e sei sparita
      mischiandoti tra l'immensità di questa luce
      vorrei ringraziarti
      e ti cerco
      piango
      come fa un essere nella purezza più assoluta a provare tanta tristezza?
      Anche se sono in paradiso
      mi sento all'inferno
      senza vederti
      toccarti
      sentirti
      amarti.
      Vota la poesia: Commenta
        Scritta da: Luca Bruno

        Un mondo d'amore

        Averti qui con me,
        in questa valle incantata,
        è la cosa più bella che potessi desiderare.
        Oh mia regina bianca,
        pura come la neve appena caduta dal cielo,
        mi avvolgi in quel tuo immenso caldo abbraccio vellutato
        ed io mi sento in paradiso.
        I tuoi occhi
        cosi profondi
        da potermi perdere,
        c'è un mondo intero dietro quegli occhi,
        fatto d'amore
        solo per noi
        ed è li che voglio rimanere.
        Il tuo manto
        così candido
        da potermici addormentare,
        e sognare insieme a te
        un mondo migliore.
        Le tue zampe
        cosi gentili e aggraziate
        quando sfiorano la mia pelle.
        Il calore
        arriva fino al cuore,
        che fino ad ora era freddo,
        perché aveva conosciuto solo il gelo e la freddezza di questo mondo.
        Ma grazie al tuo calore,
        al tuo amore,
        alle tue dolci parole,
        dinnanzi a cotanta bellezza io
        mi sento quasi svenire.
        Sei arrivata come un lampo nella mia vita,
        ed ora non t'è ne andrai più
        perché ti terrò con me,
        al mio fianco,
        e sarai la mia dolce,
        splendida,
        regina.
        Vota la poesia: Commenta
          Scritta da: Luca Bruno

          Il confine dei sogni

          Ecco...
          il confine tra i miei e i tuoi sogni...
          non sono mai stati gli stessi...
          ora tu vai via...
          il vento ti accompagna...
          spingendoti ad allontanarti da me...
          il sangue sgorgato dal mio cuore...
          insegue i tuoi passi...
          il mio ululato...
          si propaga nella foresta...
          facendo perdere vita a tutto ciò che eravamo noi...
          purtroppo nei tuoi sogni...
          non ci sono solo io...
          come un onda dell'alta marea...
          arrivata sulla spiaggia della mia vita...
          confondendo e riequilibrando la sabbia...
          ora svanisci...
          ritornando al mare...
          tu gli appartieni...
          non sarai mai mia...
          così...
          mentre sono bloccato qui...
          al limite della vita...
          ad un passo dalla morte...
          ti vedo andare via...
          tradendo i miei sogni...
          le mie speranze...
          la mia vita...
          ma realizzando la tua...
          a malincuore...
          addio...
          Vota la poesia: Commenta