Questo sito contribuisce alla audience di

Scritta da: Luca Altieri

Notte a Santa Severa

Un treno che deraglia nell'infinito.
Il piacere di una lama che fende il cuore,
una lama rovente che fende lentamente
un cuore di burro freddo.
I suoi occhi,
come la luna piena a destra
ed il suo riflesso nel mare a sinistra.
Dinanzi i suoi occhi e il suo sorriso,
il mio cuore brilla riflettendo la loro luce,
come la luna brilla di luce riflessa dal sole.
Il sole, illuminando il suo viso,
sembra un bambino,
un bimbo che guarda la mamma
e la ammira in tutto il suo splendore.
La paura
che quello fosse un sogno
svanì
quando sentimmo la luce del sole
accarezzare la nostra pelle
e lei era ancora lì,
tra le mie braccia,
ed io ero ancora lì,
nell'unico posto dove
posso sognare di essere,
tra le sue braccia.
Composta mercoledì 30 giugno 2010
Vota la poesia: Commenta
    Scritta da: Luca Altieri

    Dinanzi a te

    Ero lì
    Sul ciglio
    di un dirupo
    di una cascata
    che scende in picchiata
    per infrangersi sul fondo di un fiume
    che si allontana verso il sole
    diventando mare aperto
    come il suo scroscio diveniva silenzio
    Guardai il tuo orizzonte
    quel panorama mi toglieva il fiato
    Il mio cuore si fermò un secondo
    che sembrò tutta la mia intera vita
    Mi tuffai
    nella gioia di quella visione
    nella speranza di poterne essere parte
    Mi tuffai
    Mi tuffai difronte a morte certa
    Mi tuffai nella speranza

    Sto volando
    Sto cadendo
    nel vuoto
    ed il fondo sembra ancora lontano.
    Composta lunedì 30 novembre 2009
    Vota la poesia: Commenta