Poesie di Loredana Saudino

Questo autore lo trovi anche in Racconti.

Scritta da: LOREDANA SAUDINO

PICCOLA,GRANDE ITALIA

Percorrendo un lungo tragitto tra le dune del tempo
hai colorato d'azzurro i tuoi occhi
figlia del mite vento che tenero
ha profumato le coste del mare.

Eterna fanciulla, hai sfidato il mondo
, sulle ali di un'aquila,
in cerca di un imperioso letto su cui
depositare il ricordo di un'arcaica sapienza.

Meraviglioso squarcio di paradiso
incastonato tra canzoni e dipinti,
di animo fragile ma cuore ardente, tanto inquieto
da risuonare glorioso anche nei giorni di martirio.

Hai ispirato l'arte
e arte sei divenuto,
patria della bellezza e culla dell'immortalità.

Piccola e grande al tempo stesso,
madre di giovani patrioti empiti di speranza,
figli dagli sguardi radiosi che hanno onorato la libertà
per morire eroicamente, ancora.

Respirando i fumi dell'esaltazione
hai conosciuto pene e sventure e stanca
hai innazlzato una preghiera al cielo
per non dover temere più la bramosia degli uomini.

Cultura e culto
si sono incontrati tra le tue braccia
e tu amorevolente ne hai fatto storia.

Hai diffuso un alone di magia
per puntellare il languido firmamento di calde stelle e hai costellato di grazia gli incantevoli monti per mutarli in lirica ed in armoniosa sinfonia.

Teatro d'amore, hai fatto sognare
il più triste poeta ed annegare la più giovane visione dentro il tuo incanto, italia mia.
Loredana Saudino
Vota la poesia: Commenta
    Scritta da: LOREDANA SAUDINO
    Sulla tela del firmamento l'ultima stella
    è ormai comparsa, gli occhi della mia fantasia
    si posano sul mare che,
    placido leviga con le onde
    delicate, la costa

    un canto linfatico sopraggiunge da lontano
    ponendosi come sottofondo al surreale
    fantasma della notte.

    Il creato è silenzio.

    Una rondine, mitigata dall'imbrunire
    torna al suo nido,
    un albero spoglio fa ombra su un
    lago, le cui terse acque sono scosse
    da una leggera e tacita brezza.

    Tutto è silenzio

    l'aria ha il sapore delle fatui nubi
    e risuona della nenia dei sogni.

    Il mondo è silenzio.

    Ma nella solennità di questa quiete immaginaria
    la mia anima urla impietosa
    poiché il gaudio d'amor di cui
    è ricca anela a congiungersi all'immenso,
    per poter attraversare lo scibile
    e renderlo partecipe di questa smisurata pazzia.

    E nel buio splende l'ardente rogo
    dalla mia passione.

    E nel silenzio canta la voce del cuore.
    Loredana Saudino
    Vota la poesia: Commenta
      Questo sito contribuisce alla audience di