Questo sito contribuisce alla audience di

Le migliori poesie di Klara Erzsebet Bujtor

Nato a Keszthely (Ungheria)
Questo autore lo trovi anche in Frasi & Aforismi, in Umorismo, in Racconti e in Frasi per ogni occasione.

La nebbia

Stamani l'aria era gelida,
poi è calata la nebbia,
e io mi ritrovai spaventata
in una bolla grigia,
parevo sola, e meditai
chi urterò che come me pensava la stessa cosa?
Chi sa, quanti eravamo là,
invisibili,
preoccupati l'uno dell'altro,
di non farci male,
che mai lo facciamo alla luce del sole.
Composta lunedì 2 febbraio 2015
Vota la poesia: Commenta

    Vorrei costruire una strada diritta al mare

    Vorrei costruire una strada diritta al mare,
    che attraversa irti monti e estese praterie,
    e torrenti agitati e laghi tranquilli
    sorretti dall'acqua dolce caduta dal cielo,
    unendo con l'acqua salata del mare,
    insieme a me con tristi ricordi nel cuore,
    dalle ore passate rumorose,
    d'ogni giorno della settimana,
    e di mesi d'ogni stagione della mia vita,
    e finalmente tacerà lo strepitio delle mie ore
    per non far rumore nel silenzio
    del profondo azzurro di mare,
    che si fonde con il cielo
    e con tutte le stelle.
    Composta venerdì 23 gennaio 2015
    Vota la poesia: Commenta

      Canzoncina

      Bau... bau...!
      Anche a te una splendida giornata piccolo tesoruccio!
      - Bau... bau...
      Poso i fiori sulla tavola, accosto le finestre
      una tempesta è in arrivo
      che si scoppierà presto in un gran pianto,
      - Bau... bau...
      Anch'io ti voglio bene, quanto una madre il figlio,
      forse un po' di più,
      quando i figli s'allontanano,
      -Bau... bau...
      Eccomi, ti stringo stretto, stretto per non perderti,
      no sopporterei un dolore grande così.
      -Bau... bau...
      Lo so anche tu...,
      andiamo sul campo, il pazzerello vento corre di già allegro, e
      guardiamo il cielo che minacciosa si oscura di nubi incredibili, e
      respiriamo l'aria libera, pura,
      che l'uomo ancora non le ha messo le tasse,
      e ci misura in barattoli colorati di plastica,
      con il marchio di grandi magazzini, con il vuoto a perdere,
      Bau... bau...
      Ha... Ha... Ha...
      Bau... bau... bau...
      Ha... Ha... Ha...
      Bauuu!
      Composta mercoledì 27 ottobre 2010
      Vota la poesia: Commenta