Scritta da: Elisa Iacobellis

Solitudine

Di te stesso sei colmo, e tuttavia,
quanto di te stesso sei privo,
solo, e lontano, sempre da te stesso!

Aperto in mille ferite, ogni istante,
come la fronte,
van le tue onde, come i pensieri,
vengono, vanno e vengono,
baciandosi, fuggendo,
in un eterno conoscersi,
mare, e dimenticarsi.

Sei tu, e tu non lo sai,
batte il tuo cuore in te, senza saperlo...
Che colmo di solitudine, mare!
Juan Ram˛n JimÚnez
Vota la poesia: Commenta
    Questo sito contribuisce alla audience di