Poesie di Jessica Piermatti

Questo autore lo trovi anche in Frasi & Aforismi e in Racconti.

Scritta da: Jessica Piermatti
Ancora sono qui,
sono qui.

La vedi quell'ombra nera?
Quello sono io.
Vago senza meta e senza cervello.
Senza pensieri.
Con fitte allo stomaco,
una ferita alla testa
ed un dolore acuto,
sottile e perenne.

Sono qui.
Parlami dell'acqua del mare,
della luce del sole,
dell'emozione di volare.
Parlami, tu che vaghi nella mia testa.
Chi sei?
Sono i tuoi occhi o i miei, questi?
Parlami.
Ma dimmi prima,
chi sei?
Sei musica classica in un deserto.
Mi pizzichi l'anima, e ruggisci.
Chi sei?
Sei tu la mia ombra?
Se sei tu,
allora io chi sono?

Un tempo lo sapevo.
Ora, forse, non lo so più.
Jessica Piermatti
Vota la poesia: Commenta
    Scritta da: Jessica Piermatti
    Fu tradita da chi credeva l'amasse.

    Il primo amore le ha distrutto il cuore.
    Gli amici si prendevano gioco di lei.
    La mamma non c'era quasi mai.
    Si costruì un mondo tutto suo
    senza permettere a nessuno di entrarvi
    per paura di essere di nuovo ferita.
    Non voleva correre il rischio,
    non voleva abbattere quelle mura dolorose.
    La cosa più difficile era rimanere in vita,
    mostrando un sorriso finto
    e una felicità che veniva dal momento.

    Ogni giorno e ogni notte,
    quanto sangue dovrà ancora scorrere
    da quel taglio profondo sul polso
    prima di dire basta?
    Varie volte ha contemplato l'idea di buttarsi giù,
    salire sul piano più alto e urlare addio al mondo intero.
    Perché nessuno riesce a capire.
    O forse è lei che non si vuole far vedere;
    è diventata molto brava nel recitare.

    C'è dolore dietro a ciò che gli altri vedono;
    gli abbracci non significano nulla,
    le parole sono sparpagliate nel vuoto intorno.
    Le emozioni vere risalgono al passato.
    Jessica Piermatti
    Vota la poesia: Commenta
      Scritta da: Jessica Piermatti
      Mi hai tradito quando non ne avevo davvero bisogno,
      sforzandomi di capire poi quella patetica scena da sola.

      Il disertore mi ha pugnalato alle spalle,
      sono senza spina dorsale.

      Sorridere non è la mia realtà,
      lo faccio giusto per fregare il mondo.
      Questo è ancora quello che fingo di essere,
      non è la realtà della mia vita.

      Soffoco da sotto una valanga di lacrime
      e loro non credo siano il mio destino.
      Jessica Piermatti
      Vota la poesia: Commenta
        Questo sito contribuisce alla audience di