Poesie di Jennifer DC

Questo autore lo trovi anche in Frasi & Aforismi.

Scritta da: JDC

Tus Gestos

Me duermo cerca de tu cuello
Respirando el perfume de tus sentidos
Acompañando el sabor de nuestros besos
a las caricias de tus suspiros
y tu vas a ser mi sueño precioso

M'addormenterei stretta al tuo collo
Respirando il profumo dei tuoi sensi
Accompagnando il sapore dei nostri baci
Alle carezze dei tuoi sospiri
E sarai il mio bellissimo sogno.
Jennifer DC
Vota la poesia: Commenta
    Scritta da: JDC

    Tango

    Lamo sus labios y ella,
    como si ya supiera de mi invitación,
    a uno de esos bailes que no se pueden rechazar,
    acompaña nuestros sabores en un torbellino de emociones,
    dando origen a un abrazo.
    Y es danza sugerente
    paso a paso
    nos dejamos llevar por los latidos de la pasión,
    bailando al ritmo lento, rápido, rápido, y todavia lento
    De un tango sin tiempo

    Le lecco le labbra e lei,
    come se già sapesse del mio invito,
    a uno di quei balli che non si possono rifiutare,
    accompagna i nostri sapori
    in un vortice di emozioni
    dando vita ad un abbraccio.
    Ed è danza suggestiva
    passo dopo passo
    ci lasciamo trasportare dai battiti della passione,
    ballando il ritmo lento, veloce, veloce e poi di nuovo lento
    di un tango senza tempo.
    Jennifer DC
    Vota la poesia: Commenta
      Scritta da: JDC

      Pianoforte

      È stata liberazione
      in continua evoluzione
      quelle note come pozione
      antidolorifico
      venerazione
      mentre suonavo
      pensavo
      e col cuore urlavo
      cantavo
      in testa piano
      e senza rumore
      andavo
      in un'altra dimensione lontano
      trasgressione dei miei pensieri
      una serie di sieri
      travolta dall'emozione
      in quelle poche note
      doppie mani
      respiri vani
      dosi di estasi
      armoniosi
      dolci casi invasi
      e pervasi
      da quello che sei
      che mi fai
      mani come ali
      ed il vibrarsi
      in alto
      un salto
      assorto
      coinvolto
      libero
      vero
      sogno di zucchero
      sentito in gola
      da sola
      ascoltando la mia vita
      tra le dita
      ero viva
      una locomotiva
      che saliva
      e
      mi ha rapita
      senza freni
      trasportata via
      Io
      diventata poesia.
      Jennifer DC
      Vota la poesia: Commenta
        Questo sito contribuisce alla audience di