Le migliori poesie di Jean-Paul Malfatti

Freelance, nato lunedì 30 giugno 1986 a Como (Italia)
Questo autore lo trovi anche in Frasi & Aforismi, in Umorismo, in Racconti, in Frasi per ogni occasione e in Diario.

Scritta da: Jean-Paul Malfatti

Ai tempi del liceo

Da teenager ero confuso,
un po' perso e ogni tanto
persino timido e goffo.
Mi ero sposato con Dio
ma facevo sesso col diavolo,
quindi ero solito dormire
sugli ardenti e focosi lettoni
o divanetti dell'inferno
e mi svegliavo in paradiso,
tra alcuni dei miei affascinanti
e innocenti coetanei traditori.
Eppure, tra sfrenati piaceri,
falsi sogni e crude realtà,
sono diventato un giovane
perdutamente innamorato
di uno dei suoi simili, o quasi.
Uno strano e impuro modo
per trovare la tanto sognata
altra metà della stessa mela?
Forse sì, forse no, forse forse!
Ma che cazzo d'importanza ha?
Jean-Paul Malfatti
Composta giovedì 16 maggio 2013
Vota la poesia: Commenta
    Scritta da: Jean-Paul Malfatti

    Ossimori della vita

    Tra inferni celestiali
    e paradisi infernali,
    ho percorso strade senza
    un inizio né una fine,
    con la testa tra le nuvole
    e la fatica sulle gambe.

    Tra tristi allegrie
    ed allegre tristezze,
    ho litigato e fatto pace
    con angeli malvagi
    ed angelici demoni,
    senza guardare dietro.

    Tra dolori di felicità
    e sorrisi di amarezza,
    ho fatto dei duelli contro
    dei, diavoli e me stesso.
    Ho vinto battaglie perdute
    e perso quelle già vinte.

    Tra certezze dubbiose
    e dubbi incrollabili,
    ho scoperto false verità
    e menzogne veridiche.
    Ed è proprio per questo
    e molto altro che oggi...

    sono dolce come il fiele
    ed amaro come il miele.
    Jean-Paul Malfatti
    Composta giovedì 16 febbraio 2012
    Vota la poesia: Commenta
      Scritta da: Jean-Paul Malfatti

      Se amare fosse facile

      Se amare fosse facile,
      non ci sarebbe tanta gente che non ama,
      né tanta gente che non è amata.

      Se amare fosse facile,
      non ci sarebbe tanta fame nel mondo,
      né tante guerre.

      Se amare fosse facile,
      non ci sarebbe tanta gente senza cognome,
      non ci sarebbero bambini abbandonati a se stessi nelle strade,
      né ci sarebbero orfanotrofi, perché le famiglie serene li adotterebbero.

      Se amare fosse facile,
      non ci sarebbero donne maltrattate,
      e mai nessuno negherebbe quello che ha giurato sull'altare,
      e allora non ci sarebbero né separazioni né divorzi.

      Se amare fosse facile,
      non ci sarebbero rapine, sequestri, e omicidi.
      Ma l'amore è un sentimento che comporta anche delle rinunce,
      e l'uomo è un egocentrico egoista che si chiude nel suo "IO".
      Ecco perché amare è difficile.
      Jean-Paul Malfatti
      Composta domenica 14 maggio 2006
      Vota la poesia: Commenta
        Questo sito contribuisce alla audience di