Questo sito contribuisce alla audience di

Le migliori poesie di Jean-Paul Malfatti

Freelance, nato lunedì 30 giugno 1986 a Como (Italia)
Questo autore lo trovi anche in Frasi & Aforismi, in Umorismo, in Racconti, in Frasi per ogni occasione e in Diario.

Scritta da: Jean-Paul Malfatti

Concetti del vivere

Il vivere è gioia che basta alla vita
per coloro che hanno la gioia di vivere.
Il vivere è una cosa buona e gradita
per tutti quelli che credono di essere.

Il vivere è tutto questo e ancor di più
per coloro che amano i colori della vita.
Il vivere è gioia anche quando si è giù
a causa del segno lasciato da una ferita.

Il vivere dà nutrimento e luce all'anima
soddisfacendo tutte le sue necessità.
Il vivere è la scrittura di una pagina
di un libro che può restare un'eternità.

Il vivere è il rispetto per la nostra vita
perché senz'essa saremo morti da un pezzo.
Il vivere è il percorso di una lunga gita
attraverso una vita piena e senza disprezzo.
Composta mercoledì 25 luglio 2007
Vota la poesia: Commenta
    Scritta da: Jean-Paul Malfatti

    Scritto nelle stelle

    Pensavo fosse
    sol un'impressione.
    Eppure era tutto
    vero e reale
    e non frutto
    dell'immaginazione.

    Tutto era
    scritto nelle stelle
    ed in esse rimarrebbe
    per sempre,
    come se il
    tempo e lo spazio non
    esistessero.

    Pensavo sarei
    riuscito a cambiare
    il verso delle cose
    ma non ce l'ho fatto,
    le mie conoscenze
    erano limitate
    e troppo confuse.

    Tutto era
    scritto nelle stelle
    ed in esse rimarrebbe
    per sempre,
    come se le notti
    ed i giorni fossero
    una sola cosa.
    Composta sabato 30 aprile 2011
    Vota la poesia: Commenta
      Scritta da: Jean-Paul Malfatti

      Due anime innamorate

      Come due anime sconosciute,
      come due voci nel vento
      che si passano a fianco nella folla
      senza toccarsi...

      Possono essere i tuoi occhi,
      verdi come due smeraldi
      che mi invitano ad amarti,
      con l'innocenza dell'anima
      e la malizia degli innamorati.

      Ed allora come due corpi,
      divisi solo dalla pelle,
      ascoltano il lento gocciolare del tempo,
      ed in fine le due anime amanti
      si sfiorano come foglie tra i rami
      e si baciano ardentemente.
      Composta venerdì 24 dicembre 2004
      Vota la poesia: Commenta