Scritta da: Zarky

Risveglio mattutino

Son tempi che mai più l'ho ritrovata,
la felicità che mi è stata rubata.

Mentre lacrime scendono lentamente,
avvien il risveglio con il passato nella mente.

Solo nebbia vedo nella mia cucina,
mentre preparo la colazione l'addì mattina.

Attendo il suono del caffè sul fornello,
mentre mi reggo tristemente contro il lavello.

Sperando il ritorno della fu mia amata,
riflette nel cristallo la mia anima rifiutata.

Alzo la testa verso il soffitto,
ascoltando la voce del mio petto.

I secondi scandisce il cuore pulsando,
di remoti ricordi egli sta vivendo.

La malinconia spingo a divenir di ieri,
così mi costringo di sorridenti pensieri.

Rassegnarmi con un sospiro debbo, a capo chino,
questo oramai il mio risveglio mattutino.

18 dicembre 2011
Un romantico perso nei tempi.
Ivan Del Mastro
Composta domenica 18 dicembre 2011
Vota la poesia: Commenta
    Scritta da: Zarky

    La fiducia smarrita!

    Il tuo amore a me non volge,
    ma te nel mio cuore io porterò,
    quel che dirò or mi sconvolge,
    del resto nella mia vita così ti avrò.

    Togli da me ogni corazza,
    fai di me lo scrigno senza chiave,
    il mio sguardo sull'arcobaleno fugge e scorazza,
    come un respiro tenue e soave.

    Le tue ferite, Io, se guarir potrò
    il mio intento così raggiunto avrò.
    Il sol modo per cui unico sarò,
    attraverso gli occhi io parlarti dovrò.

    Il tempo renderò infinito,
    la fiducia che tu hai smarrito,
    non so... ma hai già capito?
    Il tuo capo ha annuito,
    ridonarla a te sarà il mio compito ardito.

    Sei tu la Donna, di cui io non potei
    mai immaginar,
    che un Uomo completo, la di Lei
    mi potesse far diventar.
    Ivan Del Mastro
    Composta mercoledì 9 novembre 2011
    Vota la poesia: Commenta
      Scritta da: Zarky

      Il tuo Cuore

      Vita mia al sorgere del sole,
      albeggiano i miei occhi pieni d'amore,
      così tu inizi a riscaldar il mio cuore...

      Fiore sgargiante di aromi profumati
      gentile donzella di lucenti sorrisi,
      occhi splendenti dal cielo cullati
      in me i tuoi sguardi ormai sono incisi.

      Il mio amore puro e impetuoso
      come un fiume discreto e maestoso,
      sgorga sublime e incessante
      dalla preziosa e cristallina sorgente.

      Nella notte dall'alto sguardi incantati
      vedono il risuonar di baci sfavillanti,
      che echeggiano lontano canti d'innamorati,
      donando al cielo nuovi astri brillanti.

      Il tuo Cuore,
      un clamore
      di stelle e candore
      mi ha donato il vero Amore.

      Un romantico perso nei tempi.
      Ivan Del Mastro
      Composta sabato 1 ottobre 2011
      Vota la poesia: Commenta
        Scritta da: Zarky

        Quando l'Amore...

        In te son diffidente...

        ma ti mostri sfavillante stella del mattino
        che illumini per prima il mio cammino.

        Sai darmi oltre il fabbisogno,
        luce per risplendere,
        acqua per innaffiare,
        cibo per degustare.
        Fiabesco come in un sogno!

        Vizi la mia anima,
        decori il mio giardino,
        riscaldi il mio cuore,
        risuoni della mia musica.

        Aggiungi alla mia alba tenero tepore,
        ai miei giorni soave calore.
        Aggiungi ai miei tramonti futuro e speranza,
        alle mie notti riposo d'esuberanza.

        Ti scopro giorno dopo giorno,
        mese dopo mese.
        Passano gli anni senza mai stancarti,
        per me sei pieno di passione,
        e finalmente provo ad accarezzarti.

        Sei con me,
        su di me,
        dentro di me,
        respiri e mi avvolgi,
        mi vivi e coinvolgi.

        All'oceano rifletto con lo sguardo in basso,
        ora la diffidenza potrò gettar via nell'abisso.
        Finalmente il cuore ti potrò cedere,
        con te il calice dell'eternità desidero bere.

        Alzo gli occhi per darti gioia ed estasiarti,
        con la mia vita voglio ringraziarti,
        la fiducia in te riconquistata, solo per deliziarti...

        ... quando orribilmente scoprii che da tempo mi lasciasti.
        Quando l'amore... morì. E mai più ti ridestasti.
        Il dono della fiducia, mi donasti.

        Firmato da un innamorato.
        Ivan Del Mastro
        Composta venerdì 5 agosto 2011
        Vota la poesia: Commenta
          Scritta da: Zarky

          Inizio di una vita insieme

          Conoscimi,
          come fosse il tuo desiderio
          una sola parola, mille sapori,
          la semplice soluzione ai tuoi dolori.

          Conoscimi,
          come una strada nuova
          è una via piena di sensazioni,
          intrisa di infinite sfavillanti emozioni.

          Conoscimi,
          un lungo cammino
          da un primo passo,
          solido come lo è un gran masso.
          Ore, giorni e settimane
          scandivano il tempo che scorre,
          mesi, anni e decenni
          rintoccheranno il tempo dell'amore.

          Conoscimi,
          il passato sarà relativo,
          il futuro meravigliosamente positivo,
          ogni tuo istante diverrà... superlativo.
          Ivan Del Mastro
          Composta martedì 26 luglio 2011
          Vota la poesia: Commenta
            Questo sito contribuisce alla audience di