Questo sito contribuisce alla audience di

D'impetuosa gioia
vestii il mio corpo,
coperto per tempo
da neri coriandoli
di rancore.
Indossai le mie stelle migliori
per far tornare un po' di colore.
Per sussurrarti che magari
potevi tornare,
anche restare.
Mi ci specchio ancora nei ricordi,
ancora cerco di assomigliarti.
Nascosti negli abissi di ieri,
restano prigionieri i miei pensieri
e ancora non ti so spiegare
com'era esserci quando tu non c'eri.
Sovente faceva male
rimuginare su quelle parole,
tu, nei ricordi,
eri amore.
Composta venerdì 11 marzo 2016
Vota la poesia: Commenta