Questo sito contribuisce alla audience di

Poesie di Ines Raisa Fortunato

Studentessa di Farmacia, nato a Castrovillari (Italia)
Questo autore lo trovi anche in Frasi & Aforismi e in Frasi per ogni occasione.

Se solo potessi

Se solo potessi ruberei un po' di cielo
e con la sua cerulea dolcezza
Ti regalerei un po' di impavido infinito...
Se solo potessi salirei sulle nuvole
e prenderei il loro vapore
Per rinfrescare la tua mente
Così rinsecchita da tanti tristi pensieri.
Se solo potessi ti darei un po' della mia luna
Per farti cullare quando piangi...
Se solo potessi darei al sole i suoi occhi
Così ti alimenteresti della certezza del suo sguardo
caldo e splendente.
Se solo potessi fermerei il tempo
Per ridarti il melodico fragore di risate ormai spente.
Se solo potessi ti porterei a danzare sulle stelle
Ma la loro luce ti guiderebbe nel più malinconico valzer.
Se solo avessi più coraggio ti direi d'esser forte
Ma la nostra fragilità sarà la via d'uscita.
Rimani al mio fianco per questa limitata eternità.
Sii mio compagno nel bene e nel male.
Il nostro matrimonio d'anime ci ricondurrà da lui,
e saremo noi... quelli di sempre.
Ti amo... non potrei fare altrimenti.
Composta martedì 9 dicembre 2008
Vota la poesia: Commenta

    Se vita avesse voluto

    Se Vita ti avesse offerto modo,
    Ti saresti battuto per difenderla
    Come impavido marinaio che
    Accortosi del pericolo incombente
    Sfida il mare burrascoso
    e trova asilo nel mansueto lido
    Di naufraghe preghiere.
    Se Vita avesse voluto non saresti marmo
    Infreddolito dall'umido ricordo
    Ma caldo raggio e splendente scia di luce.
    Se Vita avesse voluto
    Non fiori, non pianti
    Sarebber stati il mio conforto
    Ma i tuoi baci e i tuoi abbracci
    Ora così bramati...
    Se Vita avesse voluto
    Non avrei portato come grave fardello
    Il tuo vuoto,
    Ma avrei fatto vanto col sorriso dell'amore che mi davi...
    Oh, se solo Vita avesse voluto
    Quante cose t'avrei detto.
    Cose ch'ora sussurro al vento
    e che forse raggiungeranno il tuo orecchio lontano...
    Se solo Vita avesse voluto,
    Avrei strappato il mio cuore,
    Rubato i miei battiti
    e te li avrei porti con amorevole dolcezza.
    Se Vita avesse voluto,
    l'amore ora, Padre, avrebbe trionfato
    con la sua flebile forza sul nulla eterno.
    Vota la poesia: Commenta

      Ad una vedova

      Quei tuoi occhi così azzurri,
      quei tuoi occhi lacrimevoli
      quella luce persa nel vostro lungo addio,
      fusa nel tuo lungo abito nero
      che rimembra quei tempi felici
      già andati e or tramutati in silenzio,
      in dolore.

      Quella tua luce tremula
      Dal sapor di tramonto laconico
      Acuita dalla tua ricurva schiena,
      dal tuo andare trasandato, stanco.

      E le tue mani scarne e sottili
      Le tue braccia rigide e molli insieme
      Come il tuo cuor or rigido or molle
      Se il suo ricordo filtra... e penetra.

      Guarda cosa ha fatto Morte,
      ti ha rapita bambina e ti accompagna...

      In quei tuoi occhi azzurri,
      il ricordo di un amore,
      dell'Amore.

      Resta solo un ceruleo silenzio...
      Che è la vita...
      Composta martedì 13 ottobre 2009
      Vota la poesia: Commenta