Poesie di Ida Bastano

Questo autore lo trovi anche in Frasi & Aforismi, in Racconti e in Frasi per ogni occasione.

Scritta da: Ida Bastano

Carezze marine

E quando
l'anima inquieta
diventa straniera a se stessa
torno al mare
come alla lontana casa paterna
e ritrovo il compagno di sempre,
regno incantato
che non conosce radici.
Fiduciosa immergo lo sguardo
nel nudo volo
delle sue onde eterne
che donano ai sensi
l'ascolto del suo libero canto
fedele custode
di sogni e paure.
E ritrovo l'Amore
tra gli audaci flutti,
tempio selvaggio
delle tempeste del cuore.
Premiata l'attesa
giunge
lento e soave
il caldo respiro del suo petto
che culla
e addormenta antiche domande.
E l'onda
parla la lingua del cuore
che docile si placa
nel suo rinnovarsi infinito.
Ida Bastano
Vota la poesia: Commenta
    Scritta da: Ida Bastano

    Mancate promesse

    Le ali del ricordo
    si scaldano dolcemente
    all'antico tepore delle caldarroste
    gustate con te
    tra le pomeridiane vie
    di una Napoli distratta
    eppure complice.
    Oggi,
    oggi che sfoglio col pensiero
    la mia giovinezza.
    Lievi promesse mi sussurrava
    il tempo menzognero,
    mentre ingoiavo i tuoi silenzi.
    Mancate promesse,
    eterno mio mancato amore.
    Ida Bastano
    Vota la poesia: Commenta
      Scritta da: Ida Bastano

      Illusione

      Non hanno radici
      gli esili petali
      che domandano amore.
      Il vento dell'indifferenza
      gelido li sferza,
      volteggiano stanchi
      anelano al nido di quiete,
      carezza che scaldi.
      Poi il turbine tace un istante
      li adagia al suono di una voce che ammalia,
      sgorga dal petto
      una nuova speranza
      legata a quel suono
      che sembra soave
      che narra promesse di luce.
      Effimero sogno
      che presto svanisce.
      ... e il vento riprende.
      Ida Bastano
      Vota la poesia: Commenta
        Scritta da: Ida Bastano

        silenzio

        E dopo...
        dopo c'è sempre il silenzio.
        Silenzio un tempo loquace
        che abdica la logora attesa,
        solitario raccatta i cocci di sole
        e lento s'intinge
        nei nodi dell'anima.
        Silenzio che culla
        il silenzio di un fiore
        che sente sbiadito l'istante,
        uno spicchio d'eterno,
        alba che ha gridato
        al vento i suoi colori
        e ora lieve abbandona
        petali di giorni di luce.
        Silenzio che scava una tana
        nel ventre del cuore
        esausto
        che anela al letargo del sogno.
        Ida Bastano
        Vota la poesia: Commenta
          Questo sito contribuisce alla audience di