Poesie di Grazia Chiavacci

Questo autore lo trovi anche in Frasi & Aforismi.

Scritta da: Grazia
Nella notte pien di stelle
di un anno che passava
sol la luna sopra il colle
quell'amore illuminava

vide baci... e poi carezze
ed abbracci con passione...
silenziosa spettatrice
lei cantò una canzone...

tanto grande è il vostro amore
che risplende più di me
non cercate la discordia
e pensate invece che

quando passeranno gli anni
ed il corpo invecchierà
un ricordo dolce e caro
per la mente diverrà

Fu così che in quella notte
chiara e piena di sospiri
scese un angelo dal cielo
a portare quale dono più gradito e più divino
... il sorriso di un bambino.
Grazia Chiavacci
Vota la poesia: Commenta
    Scritta da: Grazia

    La poesia

    Come acqua di sorgente
    fresca zampilli dalla mia mente,

    piano piano diventi fiume...
    talvolta ti areni sulle dune...

    copiosa, poi, scende la pioggia
    e ti nutri di ogni sua goccia,

    per tornare impetuosa
    a travolgere ogni cosa.

    Quando al mare arrivi infine
    a dover mostrar le rime,

    il giudizio non temere
    pur sian alte le scogliere...

    và leggera figlia mia
    frutto sublime della fantasia!
    Grazia Chiavacci
    Vota la poesia: Commenta
      Scritta da: Grazia

      Dolce rivederti

      Fra le pietre
      sconnesse
      del selciato
      è spuntato un fiore.

      Piccolo seme
      trascinato dal vento,
      con tenacia si è aggrappato
      a quel rivolo di terra
      arida, inospitale,
      a rinnovare
      il miracolo della vita.

      Si erge sullo stelo
      con disperata forza
      a sfidare ogni momento
      il suo incerto destino.

      Inconsapevole, di sera,
      muovo a te i miei passi:
      mi rallegro se al tuo posto
      ti ritrovo.

      Alle mie pene,
      ignaro,
      dai coraggio...

      mi sorprendo a pensare
      amico mio...
      "se tu ce la fai
      posso farcela anch'io!"
      Grazia Chiavacci
      Composta venerdì 20 novembre 2009
      Vota la poesia: Commenta
        Scritta da: Grazia
        Profumi del passato
        riempiono le mie narici...

        effluvi ancor più intensi
        come di frutti lentamente maturati,

        coltivati dal ricordo
        nell'orto delle primizie,

        in cornici preziose
        appesi alle pareti del cuore,

        galleria dei miei tesori
        dove ama pascolare la mente,

        dove tutto e niente
        si stempera nella certezza

        che una sola, piccola gioia
        può annullare ogni amarezza!
        Grazia Chiavacci
        Composta lunedì 16 novembre 2009
        Vota la poesia: Commenta
          Questo sito contribuisce alla audience di