Questo sito contribuisce alla audience di

Scritta da: Giuseppe
Guardo l'alba incerta e silenziosa
schiude le sue finestre piano piano,
sorride al mare coi riflessi rosa
e tende al sole tenero la mano.
Bella Natura!

Quando giochi con chiazze di colori
e ritagli di forme, coi pennelli
tingi farfalle, petali di fiori,
prati, declivi, limpidi ruscelli
Vaga Natura!

Quando calcoli seria i tuoi diademi
posti nel cielo in equilibrio, reggi
gli spazi, moti, orbite, sistemi
ammansisci secondo le tue leggi.
Grande Natura!

Quando si accende un palpito sincero
fiorisce il sentimento dell'amore,
dentro un piccolo grembo il tuo mistero
infondi, e l'infinito dentro il cuore.
Dolce Natura!

Nella valle mortale agnelli e lupi
sono i tuoi figli, è mare di dolore.
Perché? T'avvolgi di silenzi cupi,
miseria e strazio non ti tocca il cuore.
Madre Natura!
Vota la poesia: Commenta
    Scritta da: Giuseppe

    Poesia

    Poesia
    Entri nella mia stanza a tutte l'ore,
    coi colori del tramonto
    dipingi di vaghezza le pareti,
    coi colori dolci
    arrivi fino al cuore,
    quando la sera stanca accende l'ora
    m'infittisco di te.
    Il mio pensiero ha occhi per vederti,
    ha mani per sentire
    magia di tuoi sussurri sulla pelle,
    piovono sul cuscino i tuoi riflessi
    quando spandi dolcezze,
    sei campo di sentieri
    dove posso correre,
    sei terra da scavare
    dove posso piantare versi belli,
    ti adoro.
    Composta nel 2015
    Vota la poesia: Commenta
      Scritta da: Giuseppe

      Gennaio

      La terra rappresa dal gelo
      soffre malinconia
      di bulbi imprigionati.
      Il fumo delle feste
      ha lasciato
      odori e dissapori
      come resti ingrati
      sulle strade,
      gennaio
      si inoltra nella carreggiata
      come un bambino vecchio
      verso pensieri nuovi
      e sopporta il peso
      di tutte le speranze
      che il mondo intero
      gli ha affidato sciolte
      nei pozzi di champagne,
      e fuochi d'artificio
      verso il cielo.
      Vota la poesia: Commenta
        Scritta da: Giuseppe

        Champagne d'amore

        La pietra miliare
        piantata sui gradini
        di questo vorticoso andirivieni
        segna un altro passo che conduce
        dove qualche postuma carezza
        ripercorre il verso
        sui registri freddi dell'archivio,
        ma il vento la rigetta
        e spalanca la porta
        all'anno nuovo
        nascondendo il pianto dietro
        un'esplosione d'allegria.
        A mezzanotte esplode
        il mondo intero
        l'aria piena di fuochi d'artificio
        sembra voglia stordire col frastuono
        il campo intenso di problemi e lutti.
        Volano al cielo tappi di bottiglia...
        Stappiamo insieme
        una botte grande
        dove tutti pensieri
        possano ubriacarsi
        di champagne d'amore.
        Composta lunedì 29 dicembre 2014
        Vota la poesia: Commenta
          Scritta da: Giuseppe

          Due parole

          Apro i vetri appannati
          entra un sussurro,
          dopo la notte lunga
          l'aria si sveglia e dice
          Buon Natale,
          due parole
          aprono il mattino
          come un benvenuto
          a questo giorno.
          Prendo la strada vuota,
          l'affanno degli acquisti
          è terminato.
          Passa un passante inedito
          sui marciapiedi sgombri
          e dice Buon Natale,
          due parole soltanto
          infondono la festa
          dentro il cuore.
          Fiocca la neve ascolto
          un alito di vento
          su lastrico gelato che si sente
          quando un dolore
          seduto sulla fronte
          di un bambino
          guarda il passante
          e agita la mano,
          e penso: Buon Natale
          non sono due parole.
          Vota la poesia: Commenta