Poesie di Giuseppe Lonatro

Questo autore lo trovi anche in Racconti.

Scritta da: Giuseppe LONATRO

Wish you were here (a mia madre)

Vorrei che fossi ancora qui
tra queste mura
per le strade che percorro
tra le braccia e il calore
di un giorno

Vorrei che fossi ancora qui
per tenerti stretta ancora
al mio cuore
per raccogliere un mio
sorriso

Vorrei che fossi ancora qui
alzo gli occhi al cielo
e sento la tua anima
dentro di me
ancora la tua voce...
Giuseppe Lonatro
Vota la poesia: Commenta
    Scritta da: Giuseppe LONATRO

    Marì

    Marì sola nel grande letto
    coi capelli arruffati
    e il naso infreddolito
    che cerca la risposta ad un calore mai arrivato.

    Mari che si bagna le ossa
    e rimane ferma ad aspettare
    come l'acqua di un fiume
    che se ne va.

    Marì che si bagna di un pianto che pochi hanno sentito.
    Marì che sente solo l'urlo del suo cuore mai sopito.

    Marì che si immerge dentro al sole
    lo trafigge completamente
    e in lui trova un tiepido conforto
    tra le risa e gli scherni del mondo.

    Marì adesso è seduta in mezzo al bosco
    e si domanda cos'è la vita
    e si chiede della sua essenza
    affronta una salita
    lì in cima alla collina
    e vede gli uccelli spiccare volo...
    mentre un vento gli coccola i capelli.

    Marì sola in un grande letto
    coi capelli arruffati
    il naso infreddolito
    e gli occhi vispi e allegri
    e un vento caldo che attraversa
    il suo cuore.
    Giuseppe Lonatro
    Vota la poesia: Commenta
      Scritta da: Giuseppe LONATRO

      Villaggi della memoria

      Pioggia tra i binari del tram
      all'imbrunire
      e un bimbo a raccogliersi
      su un marciapiedi scuro
      e ti vedi accovacciata su uno
      scoglio a guardare il mare
      e stai lì davanti allo specchio
      con la paura di sapere
      a quante volte la vita ti è passata.

      E allora abbraccia la luce
      corri e non fermarti
      non nasconderti dal mondo
      guarda attraverso i vetri
      cerca una carezza tra i villaggi dei
      ricordi.

      Il tempo a volte sembra
      strapparti le ossa
      e solo una luna a guardare
      le troppe facce
      una vecchia foto ingiallita
      e un passato da ricordare
      come una mela solitaria
      su un ramo

      La paura non sposta
      chi non sa ascoltare
      e cerca ancora una carezza
      tra i villaggi della memoria.
      Giuseppe Lonatro
      Vota la poesia: Commenta
        Scritta da: Giuseppe LONATRO

        Tra Cielo e Terra

        Tra cielo e terra
        ho condiviso i tormenti
        di nuove città e nuove case

        Tra cielo e terra
        ho visto nei tuoi occhi
        i fotogrammi di una vita

        Tra cielo e terra
        ho disteso le mie mani
        per raccogliere tutte
        le tue emozioni

        ... e domani sarà ancora
        un altro giorno e un giorno ancora...

        Tra cielo e terra
        ancora un brivido
        nei miei sogni quando
        mi sei vicina

        Tra cielo e terra
        sento ancora il vento e i rami
        appoggiarsi sulla mia vita
        perché so che ci sei

        Tra cielo e terra
        mentre vado via di notte
        mentre va via l'estate
        so che sarai sempre lì
        ad aspettarmi...

        ... e domani sarà ancora
        un altro giorno e un giorno ancora...
        Giuseppe Lonatro
        Vota la poesia: Commenta
          Scritta da: Giuseppe LONATRO

          Sopra le nuvole

          Non ci sono certezze
          sopra le nuvole.
          Forse ci stanno gli angeli
          o i demoni.
          Infinite attese o tristi pensieri
          a volte la paura di un nome.
          Ci sono profonde voci
          a volte che chiamano
          la paura del non ritorno.
          Sopra le nuvole
          i sogni perduti i dispiaceri vissuti
          i sopiti inganni, i malanni.
          Sopra le nuvole forse i bimbi dormono,
          i vecchi stanno silenziosi
          e le mamme pregano.
          Un piccolo giardino che ognuno di noi ha
          sopra le nuvole
          un giardino segreto... il nostro giardino
          sotto queste nuvole...
          a cui sempre tornare.
          Giuseppe Lonatro
          Composta domenica 30 novembre 2008
          Vota la poesia: Commenta
            Questo sito contribuisce alla audience di