Questo sito contribuisce alla audience di

Poesie di Giuliana Zarantonello

Supervisore Forever, nato a Valdagno
Questo autore lo trovi anche in Frasi & Aforismi, in Frasi per ogni occasione e in Diario.

Scritta da: Giuliana Z.

Emozioni

Mi piace l'idea di chiamar per nome
quelle vecchie emozioni
che sostano nella nostra mente,
son fotografie
che il tempo sfuma
di un'età che non è più presente.
Mi piace pensarle senza rimpianto
sono la voce di un passato
impresso nella memoria,
con i colori sbiaditi
lontane dal presente
ma vicine alla nostra storia.
Mi piace sfogliarle nei ricordi
dissetarmi di loro
senza più tormento,
son fotogrammi
imperfetti del vissuto
frammenti di un sentimento.
Composta sabato 5 dicembre 2015
Vota la poesia: Commenta
    Scritta da: Giuliana Z.

    Ricordo

    Un ricordo è ritornato
    si sofferma nella mente
    a ragionare coi pensieri
    del tempo andato.
    Parla di sé
    quando ancora
    era respiro
    nell'istante di un momento.
    Racconta...
    nulla gli è rimasto
    indifferente
    tutto rivela.
    E se, è morto già il passato
    la sua storia vive ancora,
    ciò che è stato
    non si cancella.

    E intanto
    è arrivato l'autunno
    e dal faggio
    cadono le foglie!
    Composta mercoledì 28 settembre 2016
    Vota la poesia: Commenta
      Scritta da: Giuliana Z.

      Mi son svegliata poetica

      Mi son svegliata poetica
      all'alba di questo giorno
      fuori la pioggia di giugno
      si faceva suono sul davanzale
      con tutti quegli effetti indefiniti
      dell'acqua che scorreva
      e gocce che ritmavano
      creando note musicali in libertà.
      Mi sono svegliata poetica
      nella speranza che un raggio di sole
      si infiltrasse abusivamente fra le nuvole
      forse avrebbe potuto accarezzarmi il viso
      forse sarebbe stato come un bacio
      quello che al primo bagliore del giorno
      ad occhi socchiusi accende i sensi.
      Mi son svegliata poetica
      nel suono della pioggia
      dentro ad una poesia.
      Composta sabato 4 giugno 2016
      Vota la poesia: Commenta