Questo sito contribuisce alla audience di

Scritta da: violante aurora

Srotola i nodi del cuore

Fuori dal coro
erompe una parola
a frammentare delicati equilibri
è dietro l'angolo che sta la speranza
del domani
l'amore si trova anche nel buoi della vita
ed in fiduciosi arranchi che s'afferrano le stelle di rimando

Dondolio fermo
all'istante perso appena ieri
sguardo vacuo incerto
immerso in languida tristezza
è vento che pungente passa da
vuoti che danno lacune
attraversano ciò che corre passa
istante d'adesso come lamento perpetuo

Ed il solito che ritorna come l'inutile
improvviso che dilata il cuore
crepe da rinsaldare
sgambetti e voglie
è la fatica del remar nel mare della vita
istinto che da fiato alle parole
nell'attesa d'aurore a dar spazio ai giorni
sospiro che fa disegnare un sorriso
che srotola i nodi del cuore.
Vota la poesia: Commenta
    Scritta da: violante aurora

    La foresta dell'inutile

    Ho reciso per te
    il silenzio che se fatto notte

    Ho trascritto
    con pennelli il raggio caldo, che rimira il tuo volto

    t'ho Distesa,
    accucciata lasciata comoda per non essere di troppo

    Oltre questi istanti non abitati
    Nel sentiero
    dove Traccerò dentro il sorriso che non hai vissuto

    Per la gioia di ritrovarti al fianco
    negli sguardi percepiti appena
    Nell'odore tuo indossato che è sentiero nel mio cuore

    Per La tua voce quieta modulata
    In qui occhi fatti stelle e rugiada
    Da raggiunge nella foresta fatta degli inutili della vita.
    Vota la poesia: Commenta
      Scritta da: violante aurora

      Legato ai baci

      Dannata son io dal giorno
      In cui le mie dita han
      sfrondato i tuoi scuri capelli

      Legata ai baci tuoi di fuoco, che mi fanno volare
      Ossessione nei pensieri sei frenesia
      Scossa e passione che travolge ogni emozione

      Unico vento che mi fa sospirare e mi piega
      Alba e tramonto nelle braccia di ogni sera
      Colore dei miei giorni
      Fuoco dai alle mie ardenti passioni

      Tu sei il mio mondo da allora
      Timbro del mio per sempre
      Sbandato hai i mie giorni nel tuo divenire
      Sei l'effetto dolce che non so far sbiadire.
      Tinto nell'orizzonte del per sempre.
      Vota la poesia: Commenta