Questo sito contribuisce alla audience di

Scritta da: Giulia

Brand new start

Anche se non ti sembra vero,
da un giorno all'altro tutto cambia davvero.
I sogni, a lungo condivisi,
forse si realizzano meglio divisi
e tante promesse diventan evanescenti
assieme ad amicizie opache, non trasparenti.
Su quello scoglio non ancor oltrepassato,
ti arrampicherai, pur non avendo fiato
e arrivato in cima ti dirai "Coraggio!"
questa è una nuova pista di decollaggio.
Sarai come un fiore che deve diventar frutto,
nella metamorfosi la paura di perder tutto.
Ma dalle nuove vesti, nonostante i primi tentennamenti,
scoprirai di poter aver mille e mille giovamenti.
Scoprirai che nuovi frutti tutt'intorno,
saranno lì quando ne avrai bisogno
e più invitante diventerà il dolce succo del frutto
del petalo del fiore appassito e dal tempo distrutto.
Composta giovedì 21 luglio 2011
Vota la poesia: Commenta
    Scritta da: Giulia

    Rita Levi Montalcini: consacrata alla scienza

    Ulisse mi incoraggiò ad inseguire la rotta,
    in principio più che un laboratorio, il mio, era una grotta.
    Nel clima di guerra e pessimismo dilagante,
    il mio desiderio di esplorare luoghi ignoti appariva del tutto irrilevante.
    Il fascino del sistema nervoso mi aveva, però, rapito
    e al piacere di oltrepassare le "Colonne d'Ercole" non ho resistito.
    La mia camera in laboratorio fu trasformata
    e di ogni strumento indispensabile per il progetto venne dotata.
    La scoperta di "quel fattore" ha cambiato la mia vita,
    ma l'esplorazione degli orizzonti della scienza non è ancora finita.
    Se le nostre menti si fossero fermate lì,
    non saremmo arrivati alla costruzione dell'LHC.
    Scienza e fede raggiungeranno la concordia secolare,
    se si avranno come cardini i principi dell'etica e della morale.
    Infatti scriveva Rabelais che, "la scienza,
    è la rovina dell'anima senza coscienza".
    Dico ai giovani: non abbiate paura, pensate al futuro che vi aspetta
    Il cervello non va in pensione neanche dopo 100 anni passati in "vedetta".
    L'augurio che faccio a tutta l'umanità
    è comprendere che la scienza non può significare solo comodità
    Ma deve portare soprattutto la verità
    Che è pace, amore, altruismo, generosità.
    Composta venerdì 10 luglio 2009
    Vota la poesia: Commenta