Poesie di Giulia Guglielmino

Onicotecnica /estetista /ballerina
Questo autore lo trovi anche in Frasi & Aforismi, in Frasi per ogni occasione e in Diario.

Scritta da: Giulia Guglielmino

Scossa di un omaggio blu

La strada era cosi lunga,
infinita nel buio della notte.
Grigia e rigida;
Dritta...

Dritta come quella riga
tracciata da una lacrima
che lentamente scendeva
sul mio viso
durante il viaggio di ritorno.

E poi un'altra... e un'altra ancora...
Fino pansare che di colpo
fosse iniziato a piovere
tanto la vista di quella strada
era appanata...

Attorno il vuoto.
Ogni paesaggio, ogni semaforo,
ogni luce e ogni stella,
prendevano le astratte sembianze
di un "santo" che risuonava
nella mia mente.

Dentro quella macchina un dolore
color blu elettrico...
Elettrico come la scossa
partita da una speranza prima così
rosa, spontanea risultata poi invana.

Il viaggio parso quasi eterno
si era conluso.
Lo specchio non inganna:
vidi tante strade disegnate e dritte
su quel viso.

Ricordo... "è tutto così strano... "ripetevo...
Ma stavolta di più...
Sensazioni vissute e rivissute.
Scene viste e "bottoni di luce" rivisti...

Ho avuto paura. Ma questa mattina no.
Il calore nel sorgere del sole
mi ha asciugato le lacrime.
Un risveglio ancor più strano, diverso.
"... 2 e 14"... "dilettanti..."

Tranquillità tanto sognata.
Tranquillità tanto desiderata.
Tranquillità donata e rubata...
... Almeno "cento" volte...

In cosa devo credere?
Cosa posso sognare?
Cosa posso permettermi di sperare?

"E fu notte e fu mattino;
E fu notte e fu mattino..."
Quanto? Quanto tempo passerà
prima di poter esser felice
e senza pensieri...?

Attendo ancora quello spirito
portatore di buone conferme...
Fatti vivo!
O continuerò a percorrere
questa strada lunga e vuota
ma ricca di pensieri e sogni
che nessuno, o quasi, può vedere.
Giulia Guglielmino
Vota la poesia: Commenta
    Scritta da: Giulia Guglielmino

    A Lucy...

    Ho imparato che
    nella vita non può essere tutto rosa:
    esistono i colori.
    Ho imparato che
    un minuto di silenzio
    vale più di un'ora di parole:
    il contenuto è più profondo.
    Ho imparato che
    parlare con chi non ti ascolta
    non serve a nulla:
    non c'è peggior sordo.
    Ho imparato che
    se si vuole ottenere qualcosa, bisogna lottare
    con tutta la forza che si ha,
    e anche con quella che
    non si pensa di avere.
    Ho imparato che
    se doni un sorriso
    ti può capitare di riceverne due:
    non costa nulla.
    Ho imparato che
    quando gli anni passano,
    non si invecchia,
    si diventa solo più saggi:
    ci si arricchisce di esperienze.
    E infine ho imparato che
    la sensibilità delle persone purtroppo è una cosa
    tanto preziosa quanto rara,
    ma ho capito che è sicuramente una cosa che tu conosci bene...
    Auguri Lucy.
    Giulia Guglielmino
    Vota la poesia: Commenta
      Scritta da: Giulia Guglielmino

      Ho visto i suoi occhi brillare...

      Ho visto i suoi occhi brillare;
      Fissava i miei mentre danzavo,
      e segretamente tra un giro e l altro ricambiavo un sorriso...
      Ho visto i suoi occhi brillare;
      Ho sentito urlare in silenzio un "grazie" sincero
      dato da uno sguardo pieno
      di intrigo e provocazione.
      Ho visto i suoi occhi brillare;
      Quando con i miei si sono incrociati
      hanno segnato il riepilogo di un ricordo che,
      dentro i miei passi,
      nasconde in silenzio ancora
      quei brividi.
      Giulia Guglielmino
      Vota la poesia: Commenta
        Scritta da: Giulia Guglielmino

        Cheek to cheek...

        Dietro quelle nuvole
        un tappeto di stelle osservava
        dall alto quelle lacrime,
        figlie di una canzone,
        dolcemente accarezzavano
        le mie guance.
        "Cheek to cheek":
        Un film, un ballo,
        una canzone, un amore...
        Sotto quella coperta mi volevo rifugiare per nascondere i miei segreti, svelati poi da una "passione"...
        Giulia Guglielmino
        Vota la poesia: Commenta
          Questo sito contribuisce alla audience di