Scritta da: moratrick

L'emigrante

In una notte assai piovosa, un po' deserta e silenziosa,
È salpato l'emigrante, ha lasciato la sua sposa,
Approdando a lidi ambiti, forse in cerca di speranze,
e pensando spesso a come, arredar le nuove stanze.

Giunto che era in quel del nuovo sitio,
pensava "ho scelto io", c'è ancor libero arbitrio,
ma quando si scontrò col silenzio e il vuoto attorno,
si struggeva ardentemente, pensando al talamo e al ritorno.

I giorni passavano, dopo il travaglio lente eran le ore,
la nebbia e amari suoni gli scendevano nel cuore,
finché un giorno pose fine ai suoi pianti e ai suoi lamenti,
e decise di smussare gli ormai duri sentimenti.

Nuovo giorno, nuova vita, si diceva: "lì è finita! ",
ma viaggiava con la mente, l'emigrante a sé non mente...
lui sapeva che il suo viaggio sì sarebbe continuato,
col fagotto di emozioni ed esperienze accumulato.

Nuovi amori all'orizzonte, gli imperlavano la fronte,
sguardi intensi occhi lucenti, caldi abbracci e baci ardenti,
or diceva: "forse resto... non son più sì triste e mesto",
Che passione! Amore... amare, l'emigrante giù dal mare.

Sempre notte, un po' nebbiosa, ma di miele profumata,
è approdato l'emigrante, la sua casa l'ha trovata,
la speranza l'ha premiato, gli tra gli alberi è contento,
quindi brucia il suo fagotto e al fin si adagia a un sonno lento.
Giovanni Tricarico
Vota la poesia: Commenta
    Scritta da: moratrick

    L'amore... ma cos'è?

    L'amore è donarsi
    Esclusivo spogliarsi

    L'amore è roboante
    È emozione guizzante

    L'amore è destino,
    ma unione di due

    L'amore è cretino,
    le sue son le tue.

    L'amore è dolcétto,
    somiglia a un sapore

    L'amore è inspiegabile,
    Se arde mai muore.

    L'amore è condivisione,
    con te o nessun altro.

    L'amore è procreazione,
    con te o nessun altro.

    L'amore è dei sensi,
    ne fa nascere un sesto.

    L'amore è se pensi,
    che per niente sia presto.

    L'amore è fantasia,
    pio possesso gelosia.

    L'amore è rumoroso,
    ma anche dolce e silenzioso.

    L'amore è tremarella,
    mal di stomaco e budella.

    L'amore è un caldo abbraccio,
    una simbiosi mente e braccio.

    L'amore è fuoco lento,
    un bicchier di vino sul pavimento.

    L'amore è'non amicizià,
    dei sentimenti una primizia.

    L'amore è complicità,
    resta nel team, contribuisci alla sua unità.

    L'amore è desiderio,
    è banale? No... sul serio...

    L'amore è come un seme,
    spinge irrompe rompe preme.

    L'amore è scienza infusa,
    rende speciali chi la usa.

    L'amore è un risveglio sorridente,
    perché è davanti ai tuoi occhi, lo sai che non mente.

    L'amore è un cristallo,
    puro anche nella sua trasgressione,

    L'amore è un metallo,
    indistruttibile nella sua tensione.

    L'amore è come un birillo,
    ma di quelli che non cadono.

    L'amore è come un cavillo,
    ci si aggrappa per spiegarsi.

    L'amore è anche in cucina,
    quando si impasta per la pizza.

    L'amore è se in cantina,
    1000 baci sono in lizza.

    L'amore è un mal di schiena,
    giunto apposta per un massaggio.

    L'amore è sacrificio,
    che non pesa, ma fa omaggio.

    L'amore è come viaggiare,
    conoscere insieme rinnovarsi e migliorare.

    L'amore è spiegato come una vela,
    è sospinto dal vento e gonfiato di se stesso.

    L'amore è un guscio protettivo,
    una pellicola schermante contro insidie malaffari.

    L'amore è come un incidente,
    se lo affronti di petto, non esiste più niente.

    L'amore è un istinto ragionato,
    colpevolezza giustificata, dimensione inusitata.

    L'amore è incandescente,
    se lo tocchi puoi scottarti.

    L'amore è impertinente,
    se dispetti vuole farti.

    L'amore è quello tuo,
    si trasmette ogni momento.

    L'amore è un tuo messaggio,
    che alla luce delle stelle si mette in viaggio.

    L'amore è il tuo di risveglio,
    i tuoi ricci scomposti adagiati sul cuscino.

    L'amore è toccarsi, scrutarsi,
    annusarsi, baciarsi, palparsi, abbracciarsi, in ogni angolo esplorarsi.

    L'amore è incrociarsi,
    incastrarsi, non volersi districare.

    L'amore è mio e questo è quanto,
    me ne voglio innamorare.
    Giovanni Tricarico
    Vota la poesia: Commenta
      Questo sito contribuisce alla audience di