Questo sito contribuisce alla audience di

Le migliori poesie di Giovanna Sacchiero

Nato (Italia)
Questo autore lo trovi anche in Frasi & Aforismi, in Umorismo e in Frasi per ogni occasione.

Scritta da: giosc

Una parte di me

Oggi, che la solitudine abbraccia la penna
e i tasti godono della mia compagnia
penso al giorno in cui, qualcuno potrà leggere
ciò che è rimasto, di una semplice giornata triste.

Oggi, che la gioia abbraccia il pennello
ed una foto gode del mio sorriso
penso al giorno in cui, qualcuno potrà guardare
ciò che è rimasto, di una semplice giornata felice.
Vota la poesia: Commenta
    Scritta da: giosc

    Il sale negli occhi

    Accolgo tra i miei seni
    le tue sapide lacrime
    di cui si nutre la mia pelle
    madida di sudore
    assetata del tuo amore

    Questo è il sale della vita
    e cicatrizza la ferita
    Con i baci tu vedrai
    toglieremo tutti i guai

    Le tue labbra scendon giù
    frugalmente tornan su
    in un turbinio di sensi
    che non sono più tormenti

    Delle notti insonni tu
    non ti libererai più
    quel calore del momento
    sfogherà in un lamento

    Ci saranno ancora rose
    in un giugno senza spose
    ma la vita in compagnia
    sarà rosa e così sia.
    Vota la poesia: Commenta
      Scritta da: giosc

      Porcino Porcino

      Che tu fossi un po' fetente
      me lo disse tanta gente

      ti nascondi tra le foglie
      me lo disse anche mia moglie

      chi ti cerca e poi ti trova
      l'anno dopo ci riprova

      chi ti compra - che impressione-
      se ti mangia, ha devozione

      meglio secco in risottino
      se non viene dal Trentino

      quando è fresco fai attenzione
      ne farai un'indigestione

      ma, se è vecchio poveretto
      puoi lasciarlo al suo boschetto!
      Composta martedì 23 novembre 2010
      Vota la poesia: Commenta
        Scritta da: giosc

        Nonna

        Non ricordo quando ho visto il tuo volto
        Curiosità di un giorno, sinfonia di una notte
        Una donna come tante, un essere speciale
        Non servono parole,
        Ora giaci nel letto e non ti so consolare
        Mi dolgo di fuggire da quel sogno immane
        Ma devo restare
        Tu mi lascerai e non ritornerai.
        Bella e fresca come una rosa
        Piccoli occhi vispi mi guardano
        Discrete e amorevoli gesta mi invadono
        Non servono parole,
        io so che tu ci sei.
        Nonna ti amo.
        Vota la poesia: Commenta