Le migliori poesie di Giorgio Panucci

Questo autore lo trovi anche in Frasi & Aforismi.

Pensieri e Paure

Mi tormenta la possibile verità dell'illusione,
che ora desta così tanta confusione...
d'aver visto ciò che cercavo

quando invece era pura allucinazione;
un sogno trasformato in realtà dall'ansia
di realizzare ciò che a lungo speravo...

Mi tormenta la paura che la cecità ora
non mi consenta di vedere ciò che vidi allora...

non mi consenta di vedere "te"
la persona che ho sempre sperato esistesse,
la giusta metà che completi me.
Giorgio Panucci
Vota la poesia: Commenta

    Portami via

    Portami via di qui, fai volare il mio pensiero;
    forse non serve fisicamente scappare,
    ma vorrei che la mente si estraniasse davvero
    e libera ricominciasse a fluttuare...

    Non so chi tu sia, non so perché ti scrivo...
    o forse si... cerco un aiuto che non trovo;
    che nessuno potrà mai darmi, mi accorgo...
    si scatena un turbinio... di emozioni, un rovo.

    Così scrivo... viaggio al centro del mio cuore,
    cercando le forze che possano farmi risorgere,
    affrontare e respingere la tristezza del dolore.

    Ti prego portami via... mostrami la strada...
    almeno; perché possa percorrerla e rivedere la luce,
    quella che alla felicità pian piano conduce...

    Ti prego aiutami, proteggimi... sorreggimi...
    so d'avere la forza per credere ancora, per rialzarmi...
    per questo scrivo a te...
    che sei me... portami via.
    Giorgio Panucci
    Vota la poesia: Commenta

      Aprir gli occhi per tornare

      Tornerò... tornerò ancora
      tornerò a vivere e sperare,
      per ciò in cui credo lottare...
      guardare un'alba e con essa l'aurora

      con la medesima passione,
      provando la stessa emozione
      che innanzi a tale magia ho sempre provato
      fino ad ora... ora che mi sento accecato.

      Tornerò a veder brillare la mia anima,
      per me stesso, per la gioia di vivere;
      per chi ha bisogno ch'io gli tenda la mano...

      e se anche ora sgorga qualche lacrima,
      tornerà il sorriso, un giorno, pian piano...
      tornerà l'amore e con esso la capacità d'amare.
      Giorgio Panucci
      Vota la poesia: Commenta
        Questo sito contribuisce alla audience di