Poesie di Giorgio De Luca

Nato giovedì 27 luglio 1950 a Chieti (Italia)
Questo autore lo trovi anche in Frasi & Aforismi, in Umorismo, in Racconti, in Frasi per ogni occasione e in Diario.

Scritta da: Giorgio De Luca

L'ultimo saluto

Un carro trainato da stanchi cavalli,
un tintinnio di campanelli,
il sordo rumore di zoccoli.

La Dama Nera,
una fredda scia di dolore.

Un bambino,
una smorfia che sembra un sorriso,
lo sguardo smarrito.

Il rintocco della campana,
il mesto addio,

l'ultimo saluto.
Vota la poesia: Commenta
    Scritta da: Giorgio De Luca

    Gli occhi

    Ti guardo.

    La tua espressione curiosa,
    indagatrice,
    mi passa ai raggi x.

    Avverto una sensazione strana,
    il freddo tocco della lastra
    mi bacia clandestina.

    La luce gialla di un neon s'accende,
    una mano agita la radiografia,
    la gira, la rigira...

    Due occhi sorridono
    cerchiati da un alone di mistero,
    sono i tuoi:

    non invecchieranno mai.
    Vota la poesia: Commenta
      Scritta da: Giorgio De Luca

      Il treno delle dieci e ventisei (nell'oscuro mondo del pianeta droga)

      E ti rivedo lì,
      ferma al binario numero sei
      della vecchia stazione.

      Aspetti il treno delle dieci e ventisei
      in partenza per destinazione ignota
      sotto la fioca luce di un lampione.

      Crudele terra, il sapore nascondi
      del bocciolo ferito.

      È quasi mattina,
      aspetti il buio svanire...

      Accarezzi l'alba tra siepi di biancospino
      nel giardino profumato della vita.
      Vota la poesia: Commenta
        Questo sito contribuisce alla audience di