Questo sito contribuisce alla audience di

Poesie di Giorgio De Luca

Nato giovedì 27 luglio 1950 a Chieti (Italia)
Questo autore lo trovi anche in Frasi & Aforismi, in Umorismo, in Racconti, in Frasi per ogni occasione e in Diario.

Scritta da: Giorgio De Luca

Un attimo per capire

Ho camminato sopra
una crosta di terra
senza trovare
quel che cercavo.

Ho chiesto a un bambino
se sapeva di un posto
nascosto nel cielo,
è bastato un attimo
per capire.

Ha scritto una lettera
di ghiaccio,
si è sciolta sotto
un tiepido raggio.

Una luce mi fa strada
nell'immensa valle del sole.

Mi sono fermato:

finalmente ho trovato
quello che cercavo.
Vota la poesia: Commenta
    Scritta da: Giorgio De Luca

    Va', non aspettarmi

    A volte la mente vaga
    dentro un labirinto
    di vie intrecciate.

    Ti assale il desiderio
    di sfidare te stesso,
    combattere il nemico
    che si annida nel tuo "io".

    La tua immagine si sdoppia,
    la parte migliore di te
    viene calpestata
    dalla prepotenza del male.

    Vuoi farti ergere ad eroe,
    passare per colui che era forte,
    invece troverai solo biasimo
    per un gesto inutile.

    Ci sarà pietà
    solo per quella mente
    corrosa dal dubbio
    per una scelta.

    Hai deciso di andare via:

    "Va', non aspettarmi".
    Vota la poesia: Commenta
      Scritta da: Giorgio De Luca

      Innamorarsi all'alba

      È già mattino.

      Attraccata al molo,
      la sirena della nave
      saluta il nuovo giorno.

      Un gabbiano
      si specchia nel mare.

      Il guardiano del faro
      spegne la luce,
      saluta e scappa via.

      La luna si addormenta.

      Innamorarsi all'alba
      di un giorno di mezza estate
      è come ascoltare la serenata
      del mare che naviga
      fino a toccarti l'anima.

      La sete d'amore
      si spegne al tramonto,
      quando il sole si nasconde.
      Vota la poesia: Commenta
        Scritta da: Giorgio De Luca

        La mia vita, la vostra storia

        Monotone ore che m'accompagnate
        lungo la vita, scandite il vostro tempo
        in silenzio, come foste il mio spirito!

        La storia della mia vita,
        una tra le tante,
        è custodita nello spazio infinito.

        La mia infanzia fu rapita,
        smarrii l'isola felice e non restò
        che il solo pensiero.

        Ogni mio respiro soffoca nel nulla,
        in quel nulla dove ho vissuto
        senza conoscere il mondo.

        Ascoltate, quand'è sera,
        la natura che sospira!

        Accarezzate i vostri sogni,
        i momenti felici dell'infanzia!

        La vostra è vita condita
        da teneri ricordi!

        Amate questa vita dove è racchiusa
        la vostra storia, amatela anche
        per quelli che, come me,
        si ritrovano soli e nudi a calpestare
        in silenzio i sogni del passato.
        Vota la poesia: Commenta