Scritta da: Oliviero Amandola
Come una frase rimasta fuori da un discorso
io torno nella tua stanza per parlarti.
Ovunque la vita non è che questo visitarci
a sorpresa tra le cose passate e quelle presenti.
Queste pareti umide di fiori,
questi giorni tappezzati di ieri,
mentre l'inverno avanza il silenzio
che precede un profumo di terra o mare che sia.
Questo restare voltati di spalle
alle nostre parole, come l'ultima estate
quando la pioggia spense il giardino,
qualcosa come l'ultima lettera; questa.
La vita infine è così quando la mancanza
torna a farsi presente.
Avviene in noi come una metamorfosi,
una piccola metamorfosi che ci leva.
Qualcuno la chiama mamma, qualcun altro nonna,
altri semplicemente uomo o donna.
Questo silenzio celeste caduto insieme alla neve.
La preghiera che sazia il vuoto
e ci inginocchia.
Giorgio Baiardi
Vota la poesia: Commenta
    Scritta da: Giorgio Baiardi
    Anche se non te ne sei avveduta, sono stato lo stimolo alle spiegazioni delle tue paure.
    Sono stato le ali per i tuoi voli sui viaggi della tua Anima.
    Questa sera, se il destino è stato così caparbio con noi è perché ci voleva narrare la nostra storia.
    Ci ha resi liberi di raccontare il nostro Amore.
    Questa sera abbiamo capito che il tempo delle paure è terminato.
    Che così complici non ci siamo mai sentiti.
    E forse, un poco di più hai inteso la tua forza, quanto hai la facoltà di avermi per te e te soltanto.
    In mezzo a tanta gente, incuranti, felici, in equilibrio instabile e con le nostre bocche che si cercavano continuamente.
    Innamorati.
    Giorgio Baiardi
    Vota la poesia: Commenta
      Scritta da: Giorgio Baiardi
      Ti percorro tutta con un'occhiata, mentre ti muovi sinuosa verso me.
      Hai un modo particolare di muoverti che sembra quasi inconsapevole o forse troppo consapevole di quello che puoi far scatenare.
      Non ho mai capito se il tuo essere sexy ha trasmesso tutta questa meraviglia e mistero nell'inventare dentro me la voglia di trovare e di svelare tutti i segreti che troverò ogni volta sotto i tuoi vestiti.
      Le tue gambe sanno come agitare il mio desiderio ed in mezzo a tutta questa gente è come se ci fossi solo tu.
      In fondo, apparentemente, non avevamo nulla in comune, come un istinto portato alla malinconia e l'altro alla felicità.
      Ma quel fascino era incontrovertibile, come una parola che non ha possibilità di discussione.
      E la mia sensazione era quella di avere di fronte una feroce tigre, che non sa di quanto sia dotata della capacità vera, di sbranare la propria preda.
      La propria preda.
      Io.
      Giorgio Baiardi
      Vota la poesia: Commenta
        Scritta da: Giorgio Baiardi
        La vita ti concede delle sorprese ed è il tempo a verificare se saranno liete oppure no.
        C'è un preciso istante in cui riconosci, quanto possa essere tenace la brama di superare la paura e conquistare la fiducia nell'essere sé stessi.
        In questo modo identifichi una tua forza.
        La forza della vita stessa.
        Con il cuore che regala un significato che va ben oltre la carezza materiale e concede un leggero tocco sull'Anima.
        Ci sono convinzioni che invadono la mente, che tracimano dal cuore.
        E se velocemente si dissolvono, non riporre il tuo smarrimento come un abbaglio da conservare nel cassetto della mente.
        È più facile ignorare la verità, svelata dai comportamenti altrui.
        Perché nella mente di un uomo, c'è sempre un sogno da conquistare.
        Giorgio Baiardi
        Vota la poesia: Commenta
          Scritta da: Giorgio Baiardi
          Si dicono parole così frequentemente che, infine, perdono il loro vero significato.
          Ed io ho bisogno di calarmi in una reale accezione.
          Mi sono sempre chiesto il perché di te.
          E di me.
          Insieme.
          Come il pensiero di una creazione così difficile da concepire da ritenerla irrealizzabile.
          Come pensare di dare un colore all'Amore.
          Bianco, come la purezza del sentimento.
          Rosso, come una disperata passione.
          Mi chiedevo il perché di te.
          Ed il perché è nel tuo modo diverso di essere, nel brivido che si presenta con un'identità e una natura nettamente distinta rispetto ad altre sensazioni.
          Eppure una coincidenza di elementi, un'assoluta uguaglianza
          che consente di riconoscere una persona.
          E noi ci siamo riconosciuti.
          C'è una luna meravigliosa questa sera.
          Ogni Amore ha la sua storia.
          Questa è la nostra.
          Giorgio Baiardi
          Vota la poesia: Commenta
            Questo sito contribuisce alla audience di