Questo sito contribuisce alla audience di

Scritta da: Giordano Deiana

Sarà

Saranno le risate, i silenzi, il chiasso.
Saranno i ritardi, le attese,
E le chitarre scordate, che suonano sempre bene,
E sarà suonare.
Saranno i "ciao, hai da accendere?"
Ma poi lei ti dà la notte.
Sarà non sapere e saper scoprire,
Probabilmente saranno le botte.
E un letto. La voglia di avere,
Ma soprattutto il bisogno di dare.
Saranno i sempre, i mai ed anche gli ogni tanto.
Saranno i sogni, i desideri, ma anche gli incubi,
Le fortune e il destino, e lo spirito santo.
Sarà il sentirsi padroni;
Sarà il fumo, saranno i minuti, o i secoli.
Sarà il tempo che passa, e che poi non passa mai,
Come la voglia o le superstizioni.
Saremo noi, che non sappiamo più cosa aspettarci,
Ma intanto aspettiamo. Saremo noi, coglioni!
Sarà chi prova a fermarti,
Saremo noi interpreti, od interpretati,
Saremo gli attori, i lavoratori, o i nati imparati.
Sarà che non siamo più così bravi,
A guardare lontano senza essere distanti.
Sarà la pioggia, il vento, e l'alba da solo.
Sarà musica nelle cuffie e il palco mai vuoto.
Sarà tuo padre, il tuo gatto, e sarà l'altra parte del mondo.
Chi ti ha salvato la vita, o chi ti ha letto nel profondo.
Sarà scoprirsi distratti, sarà essere pronto.
I capelli, il vento, le mani,
Saranno i vattene e i rimani.
Saranno stelle sul prato, e film sui divani.
Sarà un secondo.
Saranno gli occhi grandi e le ore piccole,
Saranno gli ultimi tre anni, o i prossimi mille.
Sarà la follia, e i colori,
Sarà il buio, e poi fari abbaglianti.
Sarà essere bagnati quando fuori è freddo,
Saranno i baci, i libri, le note.
Sarà chiunque non hai mai conosciuto,
Tutto ciò che avresti fatto se solo... Saranno le mode.
Tutti i ma, i forse ed i sicuramente.
Chi si trova e chi si perde,
Sarà cancellare e riscrivere, osservare e discuterne.
Sarà l'azione e sarà la noia. Sarà il regalo, sarà il segreto.
Sarà l'ultima sigaretta, che la prima, ormai, non la ricordi più.
Sarà la fretta, chi non vuole o non può smettere.
Sarà tutto il resto, o forse non sarà niente.
Di sicuro non sarò io, e magari neanche tu.
O forse sì. Sarà e lo sarà comunque.
Sarà oggi,
Sarà domani.
Vota la poesia: Commenta