Scritta da: Gianluca Cardile

Ci sarei

Senza le tue parole
non è mai giorno
sembro un matto strano
che non vuole uscire
nei suoi pensieri
s'appresta a morire.
Se le tue parole
libere dal tempo
dimenticassero
d'avere un senso
un solo istante
e ci sarei dentro.
Nelle tue parole
ho perduto l'orgoglio
inginocchiato
su cocci di speranze
andate in frantumi
su dei perché
di scuse affilate.
Grazie per le tue parole
per aver dato un senso
al bene immenso
un male intenso.
Per aver scritto basta
e poi ricominciare.
Leggimi dentro ancora
parola su parola.
Gianluca Cardile
Vota la poesia: Commenta
    Scritta da: Gianluca Cardile

    Alba

    Ho visto l'alba
    sguardo stanco
    follia
    e un verso
    allontanarsi
    dal luogo natio
    crescere
    mostrarsi
    eppure restarti fedele
    onnipresente.
    Aspettando curiosamente le tue reazioni
    scrutando come nuove le tue inclinazioni
    ascoltando minuziose descrizioni
    frammenti del ricordo sfuggito al controllo
    compromesso dal vago sapore della certezza
    fra l'aspro e il dolce
    connubio indolore
    del sì ma non oltre
    sfuggendo
    smarrirsi
    seguendo il calore
    ancora presente
    per te
    che guardi l'alba
    e ti vesti
    anche oggi di me.
    Gianluca Cardile
    Vota la poesia: Commenta
      Scritta da: Gianluca Cardile

      Fiducia

      Oserei mostrarti
      i segni della mia vita
      cicatrici mai sanate
      invisibili a molti
      un insensibile tatto
      non può lenire
      crepuscoli di favole.
      Oserei mostrarti
      cosa riesco a vedere
      attraverso l'amore
      lontano
      oltre la prima volta
      allora avrai compreso
      l'attesa il timore
      d'esser filo d'erba
      giaciglio calpestato
      mai dimenticato.
      Oserei mostrarti l'inverosimile
      nella fiducia incontaminata
      dell'essere mia esistenza
      quando il pensiero sobrio
      riconoscerà la sconfitta
      a mani tese e lacrime in bocca
      accoglierà con gioia la resa
      e oserai mostrarti...
      con fermezza indifesa.
      Gianluca Cardile
      Vota la poesia: Commenta
        Scritta da: Gianluca Cardile

        Sinfonia

        Un bacio tra le nuvole
        che ricamano figure
        quelle che sogniamo noi
        tra la vita e il cielo
        nuvole
        qualche volta poi
        si infiammano
        regalandoci emozioni
        tra la vita e il mare.
        Un bacio tra le nuvole
        ecco cos'eri tu
        un mondo ovattato
        senza voce né fiato
        adesso non lo è più.
        Una musica in testa
        le tue forme d'amore
        al mio tatto sonore
        tutto era gran festa
        senza pensieri tu.
        Un bacio tra le nuvole
        che si aprono laggiù
        ciò che resta
        un cielo limpido.
        Puoi ricamarlo solo tu.
        Gianluca Cardile
        Vota la poesia: Commenta
          Questo sito contribuisce alla audience di