Questo sito contribuisce alla audience di

Scritta da: Giancarlo Modarelli

Perche' son malato

Riemergo dopo una lunga malattia, malattia di nostalgia.
Rinascere a poco a poco dopo essere risorto dopo morto.
Piangevo digiunando dandoti ragione d'avermi convinto e dipinto.
Sottratto dalla realtà la fedeltà d'essere felice.
Amico mio perché m'hai tradito?
M'hai rinnegato!
Avvertivo il silenzio di solitudine e di rabbia calpestata.
Pubertà d'orgoglio e di gioventù bruciata.
Essere e non essere mai più tintinnato.
Composta domenica 27 ottobre 2013
Vota la poesia: Commenta
    Scritta da: Giancarlo Modarelli

    L'ho tolte le mutande

    Ho avuto ragione io quando ragionevole e ragionandoci sopra e sotto in ogni aspetto!
    L'ho tolto le mutande dalla gioia del vivere e del morire.
    Ora annullando il nulla son rimasto solo e solitario.
    Ho visto la sola cosa dal vivo e dal morto non mi ricorderò più di ricordare.
    Poco distante da lei ho ricevuto invidia dal riceverla.
    Non voglio più pensarci esageratamente pensandoci.
    Composta giovedì 24 ottobre 2013
    Vota la poesia: Commenta
      Scritta da: Giancarlo Modarelli

      Felicemente singel

      Ho tolto le scarpe che puzzavano dalla stanza.
      Come l'unica idea di speranza l'abbondanza.
      Carenza di donna dettatamente dettata dalla crisi.
      Come rimproverarsi?
      Lei apparteneva a un altra distanza!
      Felicemente smisi d'amare lei per la distanza.
      Distintamente e ingiustamente commemorativo.
      Composta mercoledì 23 ottobre 2013
      Vota la poesia: Commenta
        Scritta da: Giancarlo Modarelli

        Maria Mare

        Il nulla d'ieri nel nulla d'oggi mi rimanda!
        Maria, la tua voce rincorre l'unico desiderio veritiero.
        A desiderare è il mare che ricorre il vento.
        Una forte carezza di lietezza, di purezza, mi attrae la tua voce.
        Sopprimere sopravvivendo d'amore di sazietà abordabile.
        Mai avventarsi squilibrarsi deliberandosi della solitudine.
        Ogni desiderio rincorre per amore e, ogni amore nasce per desiderio.
        Composta domenica 20 ottobre 2013
        Vota la poesia: Commenta
          Scritta da: Giancarlo Modarelli

          Perché un uomo non ha una gonna

          Esibirsi e mai stupirsi con certezza di carezza chi t'apprezza?
          Come rifiutare l'uomo di una donna con la gonna?
          In ginocchio da lei ad occhio triste e raffinato pensiero.
          Pubertà congiunta dalla risata mescolata alla follia.
          Congiungersi riuniti dai partiti in miseria.
          Ma la donna di vergogna non indossa una gonna?
          Non si ferisce si esibisce quando si piscia di risate.
          Composta sabato 19 ottobre 2013
          Vota la poesia: Commenta