Scritta da: jiaco

Donna ché non c'era

Nel caldo della notte il cuor è freddo
dalla mancanza del tuo calor.
Distanze e luoghi,
enormi e impossibili non sono.
Smarrita è l'emozione ove la luce degli occhi miei l'onda dell'esistenza
nell'essenza si perde.
Non il giorno sorge senza che giunca la notte, contrasto colmo d'amorrimane impressa senza di lei.
Indifferente è l'istinto la ragione, le formule oltre l'immaginazione o concreta o astratta l'inesorabile tempo ad avvolgere l'infinito.
È il nostro amor.
All'imbrunir del giorno sboccia il senso di vita, onnipotente moto di una cascata, energia universale possente guida al futuro.
Frasi già dette, sentite, semplici situazioni di momenti vissuti mai uguali sempre diversi. Lontano solo dal tuo amor riscaldar non posso
ma col pensier che ci sei mi brillan gli occhi ed io nella notte il cuor freddo più non ho.
Giacomo Trinchillo
Composta domenica 21 marzo 2010
Vota la poesia: Commenta
    Questo sito contribuisce alla audience di