Poesie di Giacomo Moglia

Autodidatta, nato domenica 9 novembre 1958 a Brescia
Questo autore lo trovi anche in Frasi & Aforismi e in Racconti.

Scritta da: Giacomo Moglia

Il dubbio

Incertezza
nel ricercare la verità
non dimostrabile
trapela nei miei pensieri
la natura affonda
nel mistero
e chiede significato
per il continuo trasformarsi
in un ciclo continuo
tra vita e morte
dove rivelazione
comunicata all'uomo
perpetra dubbio
così
che sogno
nell'infamia mia
la pura anima
che ancor non trovo
ma etica e morale
completano il cammino
dove nessuno
si è mai spinto
e aspetto incredulo
l'aldilà.
Giacomo Moglia
Composta mercoledì 25 novembre 2015
Vota la poesia: Commenta
    Scritta da: Giacomo Moglia

    Il riposo dell'anima

    Quando muovo questo debole corpo
    sento rumore
    trafigge il riposo della mente assopita
    che cerca il colore
    dove impossibile si tinge
    e crea nero
    nero di seppia
    talmente devastata
    l'immagine fugge
    il sotterraneo labirinto non
    ha dimora
    e piange di brutto
    voce soave mi avverte
    e non tendo l'udito
    che privo di calma
    reagisce
    dona a noi la pace
    tu che aspetti preghiera
    imprimi il sigillo
    nel petto tremante
    e addormenta la rabbia
    che consuma la vita
    e così protetto
    mi addormento
    nel soffio dell'anima
    che si piega pacifica
    aspettando la pace.
    Giacomo Moglia
    Composta giovedì 17 settembre 2015
    Vota la poesia: Commenta
      Scritta da: Giacomo Moglia

      Invocazione

      Mio idolo dove speri di andare
      il sentimento severo che mi riguarda
      spegne ogni speranza
      non ti riconosco
      allontani la mia certezza
      esisti in quanto non disturbi
      la mia coscienza
      parola di infinita lealtà
      rinnova l'idea dell'esistenza tua
      serviti di me che tratteggio il moto
      della mia vita inusuale
      invoco il tuo sospiro
      che lieve mi scompiglia
      non reagisce il tremante amore
      dell'essere tuo per sempre.
      Giacomo Moglia
      Composta venerdì 6 febbraio 2015
      Vota la poesia: Commenta
        Scritta da: Giacomo Moglia

        Eden

        Silenzio d'intorno
        un raro momento che nutre armonioso
        il pensiero tranquillo
        ed è pace
        dove porgo la mano
        sopra erba tagliata
        si riposa la nebbia
        che umida e rada respira
        nasconde la vita
        trattengo il respiro
        per non farla sparire
        mi avvolgo supino
        nel manto bagnato
        intono la voce e grido
        grido alla gioia
        sono solo
        e riposo
        nel grande giardino
        mi sento felice
        abbandono la vista nel sogno
        quando il tempo
        mi sveglia
        e il silenzio
        va via
        la mia mano si stringe
        e nel pugno rimane
        quel raro momento
        dove sempre indelebile
        nel giardino
        vivrà.
        Giacomo Moglia
        Composta mercoledì 19 agosto 2015
        Vota la poesia: Commenta
          Scritta da: Giacomo Moglia

          Apparizione

          Quando il cielo si tinge improvviso
          rimane nell'aria una polvere strana
          si posa invisibile tra nomi e cognomi
          emergono visi e mani piegate dal vento
          di strada in strada crea polvere blu
          trapassa il vestiario
          mentre si sposta solletica il petto
          brucia nell'occhio
          che rosso diventa
          quando una luce illumina il cielo
          ed è subito nero
          tempesta in arrivo emana paura
          tra nomi e cognomi
          si sente il respiro affannoso
          si cerca riparo
          si chiede perdono
          ma l'ombra del male li avvolge
          in quel manto di polvere blu
          chiedono aiuto
          appare
          una vergine Madre
          che nel grande marasma
          tende loro la mano
          poi scompare
          in quel cielo
          lasciando il suo velo
          cadere
          tutto torna sublime
          infinito
          nomi e cognomi
          restano solo memoria
          per l'aldilà.
          Giacomo Moglia
          Composta mercoledì 23 settembre 2015
          Vota la poesia: Commenta
            Questo sito contribuisce alla audience di