Questo sito contribuisce alla audience di

Scritta da: GENNY CAIAZZO

Mamma

Sei sicurezza grande saggezza
l'unica vera e sola certezza,
senza mai tirarti indietro la
tua presenza costante
mi accarezza l'anima ogni preciso istante,
di tutto ciò che puoi dare non mi meraviglio
madre esemplare per un pessimo figlio,
se entrassi dentro di me saresti
contenta di ciò che vedresti
e cosa sei per me lo capiresti,
nulla per me può avere più valore
sei in ogni battito del mio cuore,
il tuo amore è immenso è oltremisura
riesci solo tu a non farmi avere paura,
mi fai sentire importante, quasi perfetto
so che ci sei sempre e mi sento protetto,
arrivi prima delle mie lacrime
già pronta a consolarmi
ad alleviare le mie ansie
pronta ad abbracciarmi,
vorrei mettere il tuo amore in una cornice
mamma vorrei vederti sempre felice,
vorrei non vedere lacrime sul tuo viso
vorrei poterti donare sempre un sorriso,
perdonami mamma se ti procuro dolore
se non so esprimerti tutto il mio amore,
sei in ogni mia preghiera
lo chiedo sempre a Dio
che da lui quel giorno voglio andarci prima io,
è fondamentale questo per me
io non so vivere senza di te,
spero che questa cosa tu l'abbia capita
mamma tu sei tutta la mia vita.
Composta mercoledì 2 dicembre 2009
Vota la poesia: Commenta
    Scritta da: GENNY CAIAZZO

    Prega

    Prega
    perché lui ti senta,
    prega
    in quel dubbio che ostenta,
    accarezza un cuore che non crede,
    con un filo di fiato divulga la tua fede,
    prega
    con tutto il tuo amore,
    spera anche tu in un mondo migliore,
    piangi
    piangi pure,
    pregando andranno via le paure,
    prega
    senza stancarti mai,
    fallo con tutta la forza che hai,
    Dio a nessuno si nega,
    lui c'è sempre ma tu
    prega.
    Composta giovedì 15 settembre 2011
    Vota la poesia: Commenta
      Scritta da: GENNY CAIAZZO

      Come faccio

      Come faccio!
      Invano ti cerco in un altro abbraccio,
      mentre ti lascio credere che sono contento,
      non immagini nemmeno il dolore che sento,
      nell'assenza mi adagio all'abitudine,
      l'amore muore nella sua solitudine,
      come faccio ancora me lo sto chiedendo,
      mi vesto di forza e non mi arrendo,
      sottile è quella voglia di riprovare,
      debole davanti a quei sentimenti che hai saputo calpestare,
      il senso della ragione prevale,
      spengo il cuore per non farmi troppo male,
      come faccio in questo mondo pieno di parole,
      con chi non sa dare nulla ma tutto vuole,
      lividi che sono dipinti nella mia anima,
      come faccio provo a sorridere dopo una lacrima,
      è questa la vita non c'è altro da sapere,
      mentre ti penso mi convinco di non volerti più vedere.
      Composta mercoledì 4 maggio 2016
      Vota la poesia: Commenta
        Scritta da: GENNY CAIAZZO

        Il senso dell'amore

        C'era l'amore dentro a quel letto
        il cuore mi usciva fuori dal petto,
        hai dato un senso ad ogni mia lacrima
        mentre facevamo l'amore ti ho dato l'anima,
        soltanto tu hai visto e saputo capire
        che dietro ad un sorriso mi sentivo morire,
        hai rotto il muro del mio orgoglio
        con determinazione mi hai detto ti voglio!
        Ed io ero li dandoti tutto me stesso
        non è stata solo una notte di sesso,
        hai accarezzato il mio dolore
        l'essenza della passione ci dava calore,
        senza rimpianti me ne sono dovuto andare
        perché di te mi sarei potuto innamorare.
        Composta martedì 8 settembre 2015
        Vota la poesia: Commenta
          Scritta da: GENNY CAIAZZO

          Scelgo la vita

          È quando tocchi il fondo
          che crolla il tuo mondo,
          e dopo aver più volte sbagliato
          il mio è più volte crollato,
          a volte mi sono avvicinato alla morte
          ma poi ho preferito diventare più forte,
          ed è stato proprio nel dolore
          più atroce e profondo
          che sono uscito da sotto le
          macerie e ho affrontato il mondo,
          non volevo sentirmi banale
          non dovevo farmi più male,
          si cade e ci si rialza per una nuova partita
          perché davanti alla morte io scelgo la vita.
          Composta giovedì 16 luglio 2015
          Vota la poesia: Commenta