Questo sito contribuisce alla audience di

Scritta da: GENNY CAIAZZO

Un amore assurdo

Ti amavo in quel letto cosparso di sale,
ti volevo sapendo che mi facevi del male,
nascondevo le lacrime e ti sorridevo,
perché stare con te era tutto quello che volevo,
le sofferenze erano lividi sul cuore,
ma tenevo il dolore per questo assurdo amore,
mi guardavo allo specchio e non leggevo un senso,
schiavo dei tuoi occhi mi perdevo nell'immenso,
sterile quel coraggio che non ho mai avuto,
il demonio dagli occhi belli l'ho sempre voluto,
svuotavo la ragione per non voler vedere,
più ti amavo e più ti davo potere,
e fino alla fine ho tenuto gli occhi chiusi,
sanguinando dal dolore tra ferite e abusi,
adesso che mi hai perso e non puoi più tornare,
non trovo una spiegazione per non averti saputo odiare.
Composta lunedì 3 ottobre 2011
Vota la poesia: Commenta
    Scritta da: GENNY CAIAZZO

    Il dipinto della nostra gioventù

    Decido tutto in quei minuti,
    porgo a tutti miei saluti,
    vado nel mio angolo infernale,
    solo per farmi del male,
    la mia luna dolce e incantata,
    ha uno sguardo che sembra arrabbiata,
    lascio cadere un presentimento,
    ingoio la pillola del tormento,
    mi immergo nel mare con affanno,
    annegando in un inganno
    stringo tra le mani uno stelo,
    mi pungo con le spine e mi gelo,
    il dolore diventa una certezza,
    una sofferenza che fa quasi tenerezza,
    appendo il mio quadrò e non ne parlo più,
    in quel dipinto della nostra gioventù.
    Composta giovedì 18 giugno 2009
    Vota la poesia: Commenta
      Scritta da: GENNY CAIAZZO

      Facciamo pace

      Si è rotto quel giocattolo,
      chiudi i sogni in un barattolo,
      mi abbraccio il mio cuscino,
      immaginandomi bambino,
      mi addormento col sorriso,
      e la solita lacrima sul viso,
      getto via le convinzioni,
      lascio spazio all'emozioni,
      ciò che non ho mai saputo,
      resta nel tempo perduto,
      ora voglio andare avanti,
      senza regole e rimpianti,
      sarà folle, sarà strano,
      ma io ti stringo la mia mano.
      Composta martedì 19 febbraio 2008
      Vota la poesia: Commenta
        Scritta da: GENNY CAIAZZO

        Sotto le stelle

        Sotto le stelle,
        anche le iene sono più belle,
        l'atmosfera diventa emozionante,
        perfino una tua carezza sembra importante,
        sotto le stelle rinasce il cuore,
        riesco anche a vedere il tuo amore,
        riesco a capire le cose che non so,
        le mie labbra non sanno dirti no,
        sotto le stelle qualsiasi cosa si dice,
        le parole sono fiori e ti rendono felice,
        ti guardo senza un filo di orgoglio,
        sotto le stelle ti sento e ti voglio.
        Vota la poesia: Commenta
          Scritta da: GENNY CAIAZZO

          La forza del bene

          Mi fermo a fissare quello specchio
          e vedo un volto stanco e vecchio,
          mi incanto a guardare le stelle
          e vedo le mie sfumature più belle,
          quando i miei occhi fissano il tuo sguardo,
          corre quel sentimento e taglia il traguardo,
          tante incomprensioni e dubbi ingoiati,
          nel tuo modo di amarmi vengono cancellati.
          Ed è così che ti accorgi dell'immenso,
          che prende forma la vita e vedi il senso,
          leggo quei pensieri nascosti e dannati,
          sento sulle mie labbra quei baci mai dati,
          e dentro ad una speranza di voler costruire,
          cerchi di scappare per evitare di morire.
          Si può avere tutto se si è in grado di accettare,
          il bello e il brutto di chi sai di amare,
          le ragioni spesso servono a poco,
          l'amore è altro non è un gioco,
          l'importante è restare uniti e sempre insieme,
          perché il male si sconfigge solo col bene.
          Composta domenica 17 giugno 2012
          Vota la poesia: Commenta