Questo sito contribuisce alla audience di

Poesie di Gaetano Toffali

Responsabile commerciale - Formatore, nato domenica 24 ottobre 1954 a Verona (Italia)
Questo autore lo trovi anche in Frasi & Aforismi, in Indovinelli, in Umorismo, in Racconti e in Frasi per ogni occasione.

Scritta da: Gaetano Toffali

Apri il cuore al respiro

Apri il cuore al respiro imponente
Dell'amore negato
Picchia duro contro il bastione pesante
Della paura al passato
Non vergognarti di te e di che vuoi amare
Senza ritegno alcuno
Vivere è l'impegno giocoso che non devi
Lasciare digiuno

Gli errori del passato
Danno fatica a rifare
Ma un cuore innamorato
Muore senza calore
La paura della fine
Lascia sgomenti al pensiero
Ma vivere è ripartire
Dagli errori e non da zero.
Vota la poesia: Commenta
    Scritta da: Gaetano Toffali

    Filastrocca degli animali

    Filastrocca degli animali
    Che sono tutti un poco speciali
    Filastrocca un poco bambina
    Che parla della loro pancina.

    La mangusta quel che mangia se lo gusta

    l'iguana quel che mangia se lo sbrana
    La bertuccia il suo bere se lo ciuccia.

    Il macaco trinca come un ubriaco

    Il cardellino dopo pranzo fa il ruttino

    Al fringuello scappa spesso un venticello

    La gallina fa con calma una merdina
    La lumaca corre a farsi una cacata

    e la formica che si succhia anche le dita

    Il culetto non se lo pulisce mica.
    Composta martedì 13 aprile 2010
    Vota la poesia: Commenta
      Scritta da: Gaetano Toffali
      R. Aschieri
      Ottico diplomato
      Corso S. Anastasia
      47
      Verona
      Vigile senza nome
      Presunto Tonino Santoro
      Che di Verona ne sa
      Meno di me

      Avanti 100 metri
      Seconda strada a destra
      Cinquanta metri ancora
      Prima adesso a sinistra
      Avanti per un po'
      Che so? 200 metri
      e lì ad un semaforo

      Ci trovi il compagno suo
      Salvatore Cannistrà
      Probabile di Napoli
      e lui di Verona
      Ne sa meno di me

      Avanti cento metri
      Poi gira verso destra
      Continui per un poco
      Poi trovi anche un incrocio
      e lì se non mi sbaglio
      Devessercistò...

      Aschieri
      Pierluigi
      Ferramenta titolato
      e figlio
      Però nemmeno il figlio
      Fa al caso mio
      Una vecchietta
      Un giovanotto
      Una vecchietta
      Una donna
      Un cane
      Dopo ore di cammino
      Dopo aver sudato tutto
      Son tornato vincitore
      Giusto in tempo
      Per scoprire
      Che io con gli occhiali
      Non ti piaccio proprio più.
      Composta lunedì 18 ottobre 1971
      Vota la poesia: Commenta